rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Per salvare vite nel Mediterraneo: la motovedetta della Capitaneria di Porto va in Grecia

Ha salpato dal porto di Brindisi per dirigersi alla volta di Samos, nell'ambito dell'operazione Frontex-Poseidon

BRINDISI - Nella mattinata di oggi, 18 marzo, la motovedetta Cp 281 della Capitaneria di Porto di Brindisi ha salpato dal porto di Brindisi per dirigersi alla volta di Samos, in Grecia,  dove dal 22 marzo al 19 aprile costituirà parte integrante del dispositivo aereonavale operante nelle acque greche, nell'ambito dell'operazione Frontex-Poseidon.

L'impiego della  motovedetta, il cui equipaggio è composto da otto uomini tutti pugliesi, più uno specialista operatore subacqueo imbarcato per l'operazione in questione, rientra in una normale rotazione di mezzi navali ed equipaggi della Guardia Costiera impegnati quotidianamente nell'ambito dell'assetto navale più ampio che si occupa di pattugliare le frontiere europee a sud del Mediterraneo, con il compito di assistenza e soccorso alle imbarcazioni di migranti in difficoltà.

L'equipaggio è stato salutato in vista del viaggio di trasferimento dal comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi, Luigi Amitrano, che, nel formulare i migliori auspici in vista del delicato impegno operativo, ha sottolineato ai componenti dell'equipaggio di intraprendere la missione con la piena consapevolezza dell'importanza del lavoro svolto dal corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera nel bacino del Mediterraneo a tutela della vita umana in mare.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per salvare vite nel Mediterraneo: la motovedetta della Capitaneria di Porto va in Grecia

BrindisiReport è in caricamento