rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Salvata dall'Arma aspirante suicida

BRINDISI - Tenta di uccidersi ingerendo psicofarmaci ed alcol in una camera di albergo, ma viene trovata dai carabinieri sulla base di alcune indicazioni fornite dalla madre dell'aspirante suicida, portata in ospedale e posta fuori pericolo. la protagonista della vicenda è una brindisina di 40 anni che ieri sera aveva lasciato la propria abitazione, annunciando alla madre che si sarebbe uccisa in una stanza d'albergo.

BRINDISI - Tenta di uccidersi ingerendo psicofarmaci ed alcol in una camera di albergo, ma viene trovata dai carabinieri sulla base di alcune indicazioni fornite dalla madre dell'aspirante suicida, portata in ospedale e posta fuori pericolo. la protagonista della vicenda è una brindisina di 40 anni che ieri sera aveva lasciato la propria abitazione, annunciando alla madre che si sarebbe uccisa in una stanza d'albergo.

Conoscendo bene le condizioni della figlia, la signora ha chiamato i carabinieri raccontando ogni particolare utile per rintracciarla. E' cominciata una corsa contro il tempo, controllando preliminarmente tutti gli alberghi e le pensioni cittadini, interrogando le reception circa l'arrivo della quarantenne, fornendone ovviamente le generalità. La ricerca si è rivelata fruttuosa.

Individuato l'albergo, una pattuglia del Norm della compagnia di Brindisi assieme al personale dell'hotel ha raggiunto la stanza dove la donna era già priva di sensi, dopo aver ingerito una intera scatola di sonnifero assieme ad alcol. Un rapido trasferimento in ospedale, dove la paziente è stata posta fuori pericolo.

LariNella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Brindisi coordinati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale, traevano in salvo una donna di circa quarant'anni da un tentativo di suicidio. La richiesta di intervento, pervenuta alla Centrale Operativa, da parte della madre della donna, riferiva della figlia, uscita di casa sotto la minaccia di un suicidio con probabile utilizzo di una camera di albergo.

Alla richiesta di aiuto, prontamente i Carabinieri diramavano ed attivavano le ricerche, riuscendo dapprima ad individuare la struttura alberghiera, la camera di albergo regolarmente registrata e la donna ormai priva di sensi che da poco aveva ingerito un flacone di sonnifero abbinato ad alcolici. L'immediato intervento dei sanitari, allertati dai militi, ha permesso il trasporto della stessa presso l'ospedale Perrino, facendo si, che la donna venisse salvata da morte certa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvata dall'Arma aspirante suicida

BrindisiReport è in caricamento