La denuncia di un padre: droga a mio figlio disabile. Un altro arresto

Ai domiciliari un 59enne. I carabinieri durante la perquisizione avevano trovato nella sua casa 24 dosi di cocaina

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Grazie alla denuncia di un padre che non voleva che il figlio, affetto da disabilità mentale, assumesse droga, i carabinieri della Stazione di San Pancrazio Salentino hanno eseguito un ordine di custodia cautelare nei confronti di un 59enne residente in paese, Donato Carrozzo. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Brindisi, segue un altro arresto, quello del 22 ottobre scorso, quando i militari hanno arrestato il figlio dell'uomo, il 26enne Antonio Carrozzo, per detenzioni ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 59enne invece deve rispondere di concorso nel reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

La vicenda è scaturita dalla denuncia di un altro padre, il cui figlio disabile faceva uso di droga. L'uomo si è rivolto alla stazione dei carabinieri di San Pancrazio, facendo nome e cognome del presunto fornitore di droga. I militari si sono attivati subito e, poche ore dopo la denuncia, hanno effettuato una perquisizione domiciliare. Nell'occasione, i carabinieri anno trovato 24 dosi di cocaina, per un totali di otto grammi, nascoste nel tubetto di un noto medicinale. E' stato rinvenuto anche un bilancino di precisione. Il 59enne, in quel caso, era stato denunciato. Ora arriva la misura degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento