rotate-mobile
Cronaca San Pietro Vernotico

Arrestato dopo "doppia" perquisizione per droga e lame: verso l'interrogatorio

Un 25enne è finito ai domiciliari dopo i controlli delle volanti, lunedì andrà davanti al gip. Addosso aveva cocaina e un coltello a serramanico, a casa hashish e anche una katana

SAN PIETRO VERNOTICO - È stata fissata l'udienza di convalida a carico del 25enne che è stato fermato in auto con la cocaina e poi, dopo la perquisizione domiciliare, con hashish e una katana. Il giovane, nato a Mesagne e residente a San Pietro Vernotico, lunedì 10 giugno alle 10, accompagnato dal suo legale di fiducia - l'avvocato Francesco Cascione - si dovrà presentare presso il tribunale di Brindisi per l'interrogatorio di convalida, dinnanzi al gip Vittorio Testi.

M.A., queste le sue iniziali, è stato inizialmente perquisito, per strada, dagli agenti della sezione volanti della questura di Brindisi: aveva con sé, in una borsetta, un coltello a serramanico con lama di oltre otto centimetri e, nascosto nelle mutande, un involucro contenente cocaina per 24 grammi. Poi, come detto, anche la successiva perquisizione domiciliare ha dato esito positivo. Per questo ora è ai domiciliari.

L'episodio per il quale il giovane si trova nei guai risale invece al pomeriggio di giovedì 6 giugno ed è avvenuto su una provinciale, durante un controllo, come raccontato poco sopra. Poi, insieme agli agenti della squadra mobile, si è proceduto alla perquisizione domiciliare a San Pietro. In un piccolo vano nel muro, i poliziotti hanno trovato 98 grammi di sostanza marrone, ritenuta hashish. Il successivo narcotest lo confermerà: positività ai cannabinoidi.

Poi, in camera da letto è stata rinvenuta una katana lunga un metro, con lama di quasi 70 centimetri. All'interno di un portagioie, un'ogiva deformata. Insieme a del denaro contante, tutto questo materiale è stato sequestrato dagli agenti. La perquisizione veicolare ha dato invece esito negativo. Il ragazzo, di concerto col pm Alfredo Manca della locale procura, è stato arrestato e si trova attualmente in regime di arresti domiciliari.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo "doppia" perquisizione per droga e lame: verso l'interrogatorio

BrindisiReport è in caricamento