menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba davanti a un condominio. Paura, svegliato mezzo paese

Il boato è stato udito in tutto il paese e anche nei comuni limitrofi, la deflagrazione ha danneggiato un’auto e mandato in frantumi le finestre circostanti. In molti sono stati buttati giù dal letto. Un ordigno di fabbricazione artigianale è stato fatto esplodere poco dopo le due della notte scorsa davanti al cancello di un condominio

SAN PIETRO VERNTICO – Il boato è stato udito in tutto il paese e anche nei comuni limitrofi, la deflagrazione ha danneggiato un’auto e mandato in frantumi le finestre circostanti. In molti sono stati buttati giù dal letto. Un ordigno di fabbricazione artigianale è stato fatto esplodere poco dopo le due della notte scorsa davanti al cancello del condominio situato al civico 120 di via Palma a San Pietro Vernotico, la parallela di via Mesagne dove bomba san pietro-2abitano 10 famiglie. La strada finisce sulla circonvallazione e all’altezza del palazzo è chiusa. Sul posto si sono recati i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi, i colleghi del Nucleo investigativo e della locale stazione che hanno raccolto i detriti e i resti dell'ordigno e avviato le indagini per fare chiarezza sulla vicenda. Al momento non è stata accertata la composizione. Sicuramemte si tratta di una bomba ad alto potenziale. 

I danni riguardano una Fiat Punto parcheggiata nel cortile, le finestre degli appartamenti i cui vetri si sono ridotti in frantumi cadendo all’interno delle stanze, per fortuna senza ferire i condomini. Il boato come già detto ha svegliato mezzo paese ed è stato udito anche da alcuni abitanti di Cellino San Marco e San Donaci a quell'ora ancora svegli. I militari ascolteranno tutti i residenti del palazzo per capire a chi era indirizzato il messaggio intimidatorio, il condominio in questione è circondato da un grande cortile e ci sono due cancelli che chiudono l’ingresso. L’ordigno è stato piazzato davanti a quello più piccolo che si è deformato, danni anche il citofono. Si è creato un buco sull’asfalto. Intorno agli appartamenti non ci sono telecamere ma non si esclude che chi ha agito sia stato ripreso da altri sistemi di videosorveglianza installato nella zona. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento