Cronaca San Pietro Vernotico

Emessa ordinanza di rimozione dei rifiuti per discarica abusiva scoperta dai finanzieri

Ancora una volta i sequestri di discariche abusive eseguiti dai militari della tenenza della Guardia di finanza di San Pietro Vernotico si concretizzano in un'ordinanza di " rimozione dei rifiuti e ripristino dello stato dei luoghi"

SAN PIETRO VERNOTICO – Ancora una volta i sequestri di discariche abusive eseguiti dai militari della tenenza della Guardia di finanza di San Pietro Vernotico si concretizzano in un’ordinanza di “ rimozione dei rifiuti e ripristino dello stato dei luoghi”. Dopo l’episodio di contrada Calieri dove fu trovato un cimitero di carcasse di elettrodomestici e il Comune di San Pietro Vernotico impose al proprietario la bonifica dell'area, un’altra discarica è destinata a scomparire, almeno sulla carta. Precisamente quella scoperta il 20 maggio scorso in contrada Artisti a San Pietro Vernotico.

Gli uomini del luogotenente Alfredo Proto (foto a destra), capo della tenenza sampietrana, sequestrarono un terreno di circa diecimila metri quadrati alfredo proto ok-3all’interno del quale era stato abbandonato di tutto: materiale da demolizione, elettrodomestici, pneumatici, lastre di amianto, parti di veicoli e molto altro. Il 14 giugno scorso il sindaco del Comune di San Pietro Vernotico con l’ordinanza n°66 ha imposto alla proprietaria del terreno, una donna di 52 anni originaria di Erchie ma residente a San Pietro, la rimozione di tutto il materiale trovato nel campo, con conseguente ripristino dello stato dei luoghi. La destinataria di questo provvedimento ha 20 giorni di tempo dalla data di dissequestro del locale, per eseguire gli ordini.

Una risposta importante quella dell’amministrazione comunale che non rende vano il lavoro fatto dai finanzieri sampietrani, sempre più impegnati, tra le altre cose, alla tutela dell’Ambiente e della salute pubblica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emessa ordinanza di rimozione dei rifiuti per discarica abusiva scoperta dai finanzieri

BrindisiReport è in caricamento