rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca San Pietro Vernotico / viale degli studi

Progetto "Crescere insieme", si conclude un altro anno di attività

Balli, canti, esibizioni di break dance, teatro e molto altro. Sono queste le attività che si svolte per tutta la giornata di martedì 29 luglio nel centro diurno per minori "Crescere insieme" di viale Degli Studi a San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO – Balli, canti, esibizioni di break dance, teatro e molto altro. Sono queste le attività che si svolte per tutta la giornata di martedì 29 luglio nel centro diurno per minori “Crescere insieme” di viale Degli Studi a San Pietro Vernotico, organizzate nell'ambito di un progetto comunale gestito dalla cooperativa sociale Onlus "Il girasole" destinato a bambini e ragazzi dai 6 ai 24 anni che rientrano nelle cosiddette “fasce deboli”.
La manifestazione di martedì rappresentava la conclusione di tutte le attività svolte durante l'anno nelle ore pomeridiane: attività didattica (sono stati svolti anche i compiti) e laboratori ricreativi/formativi di musica, arte, lingue, sport, teatro, lettura, informatica e ballo.
“Le varie iniziative che il centro organizza in occasione delle pause delle festività (Natale, Pasqua,carnevale e vacanze estive) sono il momento in cui i ragazzi, con grande entusiasmo, alla presenza dei parenti, danno visibilità del lavoro svolto nei vari laboratori”, si legge in una nota inviata agli organi di informazione.
La giornata del 29 é stata organizzata dal personale educativo specializzato del centro: Milena Colazzo, presidente cooperativa Crescere insieme,attività didattiche-2 Fernando Antonucci, vice presidente, Paola Massaro, coordinatrice, Grazia Lippolis, psicologa e gli educatori Tamara De Luca, Mattia Malerba e Sara Ferri). Le attività si sono svolte per tutta la giornata (dalle 8,30 alle 21). I ragazzi, una cinquantina, si sono esibiti anche in una performance di break dance, preparata dal ballerino Francesco Perrone e in uno spettacolo teatrale organizzato dal formatore Lorenzo Cuomo.
Alla festa ha partecipato il sindaco Pasquale Rizzo, l'assessore al bilancio Giuliana Giannone, l'assessore ai Servizi sociali Domenico Caputo e l'assistente sociale Beatrice D'Alessandro, impegnati in prima linea per la buona riuscita progetto. A fine giornata ogni partecipante ha ricevuto una medaglio-ricordo preparata dallo staff della cooperativa.

E' opportuno ricordare che l'immobile di viale degli Studi di San Pietro Vernotico, ex scuola materna, è gestito dalla cooperativa "Crescere insieme" per via di un progetto avviato dall'amministrazione Rizzo nel 2011.

Con un accordo stipulato il 12 novembre 1947 tra il governo italiano e l'Unrra (acronimo di United Nations Relief and Rehabilitation Administration - amministrazione delle Nazioni Unite per l'assistenza e la riabilitazione) e reso esecutivo con decreto legislativo 10 aprile 1948, numero 1019, è stato previsto l'impiego della "riserva Unrra" per una serie determinata di scopi fra i quali l'esecuzione di progetti finalizzati a scopi di assistenza e riabilitazione. Il Fondo Unrra è destinato a finanziare progetti a favore di minori, giovani, emarginati, tossicodipendenti ovvero riguardanti attività di integrazione, specificamente finalizzate alla prevenzione di situazioni e comportamenti a rischio di devianza, abbandono o degrado sociale.

un momento delle attività-2Compete al Ministro dell'Interno definire ogni anno gli obiettivi ed i programmi da attuare, indicando le priorità ed emanando le conseguenti direttive. Con la Direttiva ministeriale del 13 febbraio 2007 vengono dettate linee di indirizzo che assegnano carattere prioritario a due tipologie di iniziative: i progetti che, nel perseguimento di obiettivi di coesione sociale, prevedono interventi finalizzati al miglior inserimento dell'immigrato nel contesto sociale; i progetti che si concretano in attività di sostegno a favore delle persone in stato di indigenza e delle fasce sociali più deboli.

“L'amministrazione comunale di San Pietro Vernotico – ha spiegato Rizzo in una precedente intervista – con l'assessore ai servizi sociali Domenico Caputo ha colto l'esigenza di inserirsi in tale contesto considerando il disagio sociale fortemente presente sul nostro territorio per cui si è candidata con un progetto dal titolo "Crescere insieme". Si è deciso così di utilizzare una parte dell'immobile sito in viale Degli Studi per realizzare un centro polivalente per minori che consenta così di avere sul territorio una struttura mai progettata ma importante ed essenziale nel sociale volta ad effettuare attività di accoglienza e supporto per i minori, animazione, orientamento, aiuto extrascolastico per le famiglie da darsi nelle ore pomeridiane e tante altre attività in favore di minori e quindi di famiglie che presentano lati di criticità non solo legati ad aspetti economici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Crescere insieme", si conclude un altro anno di attività

BrindisiReport è in caricamento