rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca San Pietro Vernotico / piazza domenico modugno

Progetto legalità ambientale: pulizie di primavera nel parco a cura dei giovani

Questa mattina a conclusione di alcune iniziative avviate nell'ambito della legalità ambientale, un gruppo di studenti e insegnanti con il presidente di Legambiente di San Pietro Vernotico Antonella De Matteis, hanno tirato a lucido piazza Domenico Modugno, luogo di ritrovo di giovani e famiglie

SAN PIETRO VERNOTICO – Continuano gli appuntamenti del progetto di educazione alla legalità avviato dall'istituto tecnico commerciale “De Marco-Valzani” di San Pietro Vernotico per sensibilizzare gli studenti al rispetto delle cose e delle persone. Questa mattina a conclusione di alcune iniziative avviate nell'ambito della legalità ambientale, un gruppo di studenti e insegnanti con il presidente di Legambiente di San PietroVernotico Antonella De Matteis, hanno tirato a lucido piazza Domenico Modugno, luogo di ritrovo di giovani e famiglie.

Un parco caratterizzato da giochi per bambini, aiuole, panchine e da un'ampia area parcheggio dove la sera si riuniscono comitive di giovani ma anche dove si svolge il mercato settimanale, completamente sporco e trascurato. Dimenticato da chi dovrebbe occuparsi della regolare pulizia delle aiuole e della manutenzione del verde pubblico ma trascurato anche da chi lo frequenta giornalmente. Un parco situato all'ingresso nord paese che dovrebbe rappresentate il biglietto da visita ma che invece regala angoli sporchi e monumenti imbrattati da bombolette spray.

“La scelta della piazza da pulire non è stata casuale – ha precisato la presidente di Legambiente – questo è un luogo di ritrovo dei giovani, i primi chevolontari a lavoro-2 devono essere sensibilizzati per il rispetto dell'ambiente e della natura”.

È così che questa mattina un gruppo di studenti armati di guanti e sacchetti di plastica, unitamente ad alcuni operatori della Monteco chiamati in supporto dell'iniziativa, hanno spazzato aiuole e parco giochi, estirpato erba secca e ripulito il monumento della piazza, la fontana a forma di strumenti musicali, da carte e cicche di sigarette.

Alla manifestazione era presente anche, il sindaco Pasquale Rizzo e l'assessore all'urbanistica Marcello Bracciale che ha eseguito alcuni sopralluoghi in aree nascoste della piazza, situate a ridosso dei binari, divenute discariche abusive e pericolo per tutti i cittadini.

È così che si è accertato che l'accesso ai binari che era chiuso con rete metallica e sbarre di ferro è diventato bersaglio di vandali e ladri di metallo che lo hanno privato di protezione rendendo l'accesso ai binari completamente libero e pericoloso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto legalità ambientale: pulizie di primavera nel parco a cura dei giovani

BrindisiReport è in caricamento