Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Servizio civile, si cercano quattro giovani per un progetto di informazione

C'è tempo fino alle 14 del 30 giugno prossimo per presentare le domande di ammissione alla selezione di quattro volontari da impiegare nel progetto di Educazione e promozione culturale "Play-informazione e orientamento"

SAN PIETRO VERNOTICO – C’è tempo fino alle 14 del 30 giugno prossimo per presentare le domande di ammissione alla selezione di quattro volontari da impiegare nel progetto di Educazione e promozione culturale “Play-informazione e orientamento” presentato dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune di San Pietro Vernotico. Il bando è rivolto ai giovani, sia uomini che donne, che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il 18esimo e non superato il 28esimo anno di età. Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione si trova sul sito istituzionale del Comune di San Pietro Vernotico “www.spv.br.it”.

Come si legge nella scheda di presentazione “Il progetto mira allo sviluppo di conoscenze e competenze che possano rafforzare e favorire il protagonismo giovanile e lo sviluppo della capacità di scelta consapevole da parte dei giovani, in particolar modo nei settori della formazione e delle opportunità occupazionali, in linea con quello che il territorio locale, nazionale ed europeo offrono. Le attività previste riguarderanno principalmente la diffusione di informazioni inerenti alle opportunità formative, culturali e professionali destinate alla popolazione giovanile, attraverso più e diversi canali. L’obiettivo generale del rafforzamento del protagonismo giovanile infatti è strettamente connesso a un processo di diffusione di nuove competenze e conoscenze: la condivisione dei saperi è una premessa per la concretizzazione di azioni di cittadinanza attiva".

scheda-progetto_servizio civile-2

"Lo scambio di informazioni in maniera bidirezionale che caratterizzerà le attività dello sportello, renderà i volontari parte attiva di un processo in cui il giovane è sia destinatario delle informazioni che co-costruttore delle stesse. La presenza di giovani all’interno di uno sportello la cui attività è indirizzata ai giovani stessi, creerà le condizioni favorevoli per il rafforzamento di un senso generale di appartenenza alla vita sociale e civile del territorio, oltre a far sviluppare una maggiore consapevolezza delle scelte effettuabili in materia professionale e formativa. L’attività dei volontari sarà complementare e di supporto al lavoro svolto dai dipendenti nel settore delle politiche giovanili, con particolare riferimento alle attività dello Sportello Informagiovani. I volontari saranno principalmente impegnati nel reperimento delle informazioni e successivamente nella loro diffusione nei confronti dell’utenza, attraverso l’attività di sportello standard, alla quale si affiancherà l’organizzazione di laboratori e seminari all’esterno dello sportello, da tenere in altre strutture come scuole e/o altri centri di aggregazione giovanile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile, si cercano quattro giovani per un progetto di informazione

BrindisiReport è in caricamento