Truffa on line, intasca soldi e sparisce: denunciata una donna

Una 46enne romana ha intascato 160 euro attraverso una ricarica della Postepay fatta da un'impiegata 50enne, per un acquisto risultato falso

SAN PIETRO VERNOTICO - Una 46enne di Roma è stata denunciata per truffa, per aver intascato, attraverso una ricarica Postepay, la somma di 160 euro, versata da una impegata 50enne di San Pietro Vernotico. I soldi, in particolare, sarebbero serviti per l'acquisto on line di una donna e una mantellina. La 50enne, infatti, aveva eseguito la ricarica della carta postale versando, quindi, la somma di 160 euro per un acquisto risultato falso. La donna, dopo aver intascato la somma, si è resa irreperibile. I carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico, dopo la denuncia-querela dell'impiegata presentata lo scorso 13 novembre e i relativi accertamenti, hanno denunciato la 46enne romana per il reato di truffa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento