Cronaca

Un ramo per segnalare un pericolo, M5s: "C'è un'App per monitorare le criticità"

C'era un tombino scoperchiato al centro di via Vecchia Campi a San Pietro Vernotico, alcuni cittadini in attesa degli interventi da parte di chi di dovere pensarono bene di segnalare il pericolo infilando grossi rami nella cavità

SAN PIETRO VERNOTICO – C’era un tombino scoperchiato al centro di via Vecchia Campi a San Pietro Vernotico, alcuni cittadini in attesa degli interventi da parte di chi di dovere pensarono bene di segnalare il pericolo infilando grossi rami nella cavità. Fortunatamente nessun danno a cose o persone ma quest’episodio è stata l’occasione per un attivista del MeetUp Cittadini in movimento di San Pietro Vernotico, di riproporre per la terza volta, un’iniziativa che potrebbe snellire le procedure di intervento e permettere all’amministrazione di tenere sotto controllo le criticità attraverso la collaborazione dei cittadini: aderire al progetto “Decoro Urbano”, uno strumento che permette di creare un filo diretto tra cittadini e pubbliche amministrazioni attraverso un’App totalmente gratuita. Un progetto a cui hanno già aderito altri comuni del Brindisino: Carovigno (che conta 18 segnalazioni), Fasano (140 segnalazioni), Francavilla Fontana (281 segnalazioni), Latiano (26 segnalazioni), Ostuni (144 segnalazioni), San Donaci (149 segnalazioni).

“Credo che il paese non possa proseguire su linee di azione da terzo mondo, specialmente quando si tratta di salvaguardare l'incolumità tombino scoperchiato-2dei cittadini; tenendo conto che ogni danno causato non viene pagato da amministratori e dirigenti ma dalle stesse tasche dei cittadini – si legge nel post dove sono state pubblicate le foto relative alla segnalazione “fai da te” del pericolo - già alla precedente amministrazione fu proposto dal Mu Cittadini in Movimento, e circa sei mesi fa, in forma verbale, all'attuale assessore Di Taranto di adottare il sistema di segnalazione “Decoro Urbano” che semplicemente descrivo: una applicazione che il cittadino scarica sul proprio telefono e che permette in tempo reale qualsiasi segnalazione e mette in condizione gli uffici preposti di intervenire tempestivamente.? Da questa pagina rinnoviamo l'invito all'Amministrazione a voler farsi carico di un impegno in tal senso, tenendo conto che sarebbe a costo zero”.

Possono essere inviate segnalazioni in merito a rifiuti, dissesto stradale, zone verdi, vandalismo/incuria, segnaletica e affissioni abusive ma come si legge sulla pagina web del progetto (www.decorourbano.org) “aggiornamenti futuri includono l’inserimento di nuove categorie quali randagismo, barriere architettoniche, inquinamento acustico ecc per offrire una copertura completa delle problematiche urbane”.

San Pietro Vernotico come molti altri paesi del Sud Italia è pieno di criticità: buche sull’asfalto, erba che cresce agli angoli delle strade, tombini pieni di erbaccia, ma anche abbandoni di rifiuti e danneggiamenti vari ai beni pubblici. L’applicazione “Decoro Urbano”, in un’epoca in cui gli smartphone e la tecnologia più in generale sono entrati nella vita di tutti (dai giovani e meno giovani), potrebbe rendere i cittadini più attivi e aiutare le amministrazioni a tenere sotto controllo i problemi legati alla vivibilità del paese e renderlo migliore. Naturalmente se poi i problemi vengono risolti. 

“Di questi problemi non si ha contezza immediata mentre con l'applicazione si potrebbe avere un piano di tutte le criticità. Sembra che è prassi, però, che qualsiasi richiesta del Mu venga deliberatamente ignorata”, commenta l’attivista pentastellato contattato telefonicamente da BrindisiReport.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ramo per segnalare un pericolo, M5s: "C'è un'App per monitorare le criticità"

BrindisiReport è in caricamento