San Vito dei Normanni. Perseguitava la ex compagna, finisce agli arresti domiciliari

Un 52enne di Ceglie Messapica molestava la donna, una 45enne del posto, con messaggi, telefonate, appostamenti e inseguimenti

SAN VITO DEI NORMANNI - Non si era rassegnato alla fine della relazione con la ex compagna, continuando a perseguitarla. Per questo i carabinieri della stazione di San Vito dei Normanni hanno arrestato un 52enne di Ceglie Messapica per atti persecutori. In particolare, le indagini sono scaturite dalla denunciata presentata dalla donna, una 45enne del luogo, vittima delle molestie. L'uomo continuava a perseuitarla con messaggi, telefonate, appostamenti presso l’abitazione e presso il luogo di lavoro, inseguimenti lungo il tragitto casa-lavoro, nonché minacce di morte. L'uomo è stato arrestato e posto ai domiciliari presso la propria abitazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento