menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavoratori Santa Teresa all'esterno della sede della Regione

I lavoratori Santa Teresa all'esterno della sede della Regione

Santa Teresa, incontro in Regione: i licenziamenti forse slittano a febbraio

Dopo la lunga giornata di ieri (16 dicembre), passata tra i tetti della sede della Provincia, e il salone di rappresentanza, i dipendenti della Santa Teresa hanno raggiunto Bari per un incontro con la task force designata a gestire le emergenze occupazionali che hanno colpito la regione negli ultimi anni

BRINDISI - Dopo la lunga giornata di ieri (16 dicembre), passata tra i tetti della sede della Provincia, e il salone di rappresentanza, i dipendenti della Santa Teresa hanno raggiunto Bari per un incontro con la task force designata a gestire le emergenze occupazionali che hanno colpito la regione negli ultimi anni.

Un gruppo numeroso ha stazionato davanti l’ingresso della sede della Presidenza e della Giunta regionale, mentre una delegazione ha avuto l’occasione di avere un veloce colloquio con il presidente Michele Emiliano e l’assessore alla Formazione Lavoro, Sebastiano Leo. 

Obiettivo dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali, lo slittamento delle lettere di licenziamento, con data 31 dicembre 2015, ricevute da 39 colleghi e l’apertura di un dialogo con la Regione che possa garantire maggiori sicurezza per il futuro della società.

La richiesta di far slittare le date di licenziamento è andata a buon fine, i 39 dipendenti Santa Teresa, con ogni probabilità, non dovranno abbandonare il proprio posto di lavoro entro fine anno; durante l’incontro si è deciso di allungare i tempi almeno fino a metà febbraio.

Per quanto riguarda l’interessamento del governo regionale, sia il presidente Emiliano che il presidente della Provincia di Brindisi Maurizio Bruno hanno stretto un tacito accordo sulla strada da seguire. Emiliano infatti ha più volte confermato la volontà di trovare una soluzione rapida ed efficace.
Ma a spezzare questi propositi è la copertura finanziaria: mancano i soldi e riuscire a trovarli, con la legge di Stabilità alle porte, è cosa altamente improbabile.

Intanto si è stabilito un nuovo incontro tra le parti, entro il 7 gennaio 2016; un ulteriore piccolo passo per cercare di risolvere una questione dai seri risvolti sociali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento