menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santabarbara nel garage: l'arrestato fa scena muta e resta in carcere

Resta in carcere il 29enne di Francavilla Fontana, Antonio Maggio, che custodiva armi, munizioni e droga in un box auto situato in un seminterrato

FRANCAVILLA FONTANA – Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 29enne di Francavilla Fontana, Antonio Maggio, che custodiva armi, munizioni e droga nel seminterrato di un immobile situato nella periferia di Francavilla. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Danilo Cito, si è presentato stamani (22 marzo) davanti al gip del tribunale di Brindisi, Giuseppe Biondi, nell’ambito dell’interrogatorio di convalida dell’arresto. La misura della detenzione in carcere disposta dal pm Giuseppe De Nozza, a seguito dell’arresto in flagranza di reato effettuato dai carabinieri della locale stazione, è stata convalidata. 

Maggio nel pomeriggio di martedì è stato sorpreso, nonostante il tentativo di disfarsene, con un involucro contenente 65 grammi di marijuana e la somma di 1300 euro in MAGGIO Antonio, classe 1989-2banconote di vario taglio, per le vie di Francavilla. Poi i carabinieri si sono diretti verso un box auto nella disponibilità di Maggio. Qui è stata trovata una vera e propria Santabarbara.

I militari hanno infatti notato diverse borse frigo e contenitori vari, al cui interno hanno rinvenuto: 388 grammi di cocaina, 1,385 chili di hashish e 660 grammi di marijuana, il tutto suddiviso in involucri di vario peso, nonché vario materiale utile per il confezionamento della droga. 

E poi sono state rinvenute le armi: un fucile automatico Beretta cal. 12, risultato asportato in Erchie nel gennaio 2009; un fucile doppietta artigianale cal. 12; un fucile sovrapposto Beretta cal.12, con matricola abrasa; una pistola semiautomatica “SIG” cal.9, con matricola abrasa, completa di due caricatori.

Armi e stupefacenti arresto MAGGIO Antonio (2)-2

E poi: una pistola a tamburo, priva di marca, calibro 357 Magnum, con matricola abrasa; una pistola semiautomatica Beretta cal. 7.65, con matricola abrasa, completa di caricatore contenente 2 proiettili; una pistola semiautomatica, priva di marca, cal. 7.65, con matricola abrasa; una pistola semiautomatica, priva di marca, cal. 6,.35, con matricola abrasa; una pistola semiautomatica “Astra” cal. 9, matricola abrasa, con silenziatore e caricatore inseriti;  due caricatori cal. 9 bifilari; un caricatore cal.7,65 bifilare.

Come se non bastasse, anche le munizioni: 7proiettili cal. 7.65; 3 proiettili cal. 6.35; 12 proiettili, a salve, cal. 9; 9 proiettili cal. 9; 53 proiettili cal. 38; 22 proiettili cal.9x19 “Parabellum”; 14 cartucce da caccia cal. 12.

Le indagini, intanto, proseguono. C’è da capire, infatti, se Maggio, incensurato, nascondesse le armi per conto di qualcuno. Impossibile, del resto, che dietro a un arsenale di queste dimensioni, non vi sia un gruppo malavitoso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento