rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Ostuni

Santuario assediato dall'erba incolta

OSTUNI - E' uno dei beni monumentali più importanti di Ostuni, ma è circondato da una mare d'erba che la parrocchia non può falciare per carenza di risorse economiche.

OSTUNI - E' uno dei beni monumentali più importanti di Ostuni, ma è circondato da una mare d'erba che la parrocchia non può falciare per carenza di risorse economiche. Da don Paolo Zofra, parroco della chiesa della Madonna della Nova, giunge un appello: "Dopo i lavori di riqualificazione dell'area circostante il Santuario Madonna della Nova di Ostuni nell'anno 2011, la zona è rimasta senza nessun altro intervento di ripulitura. Secondo lo storico Ludovico Pepe, la costruzione della chiesa risale al 1561, al tempo del vescovo G. Carlo Bovio. Attualmente, alcuni storici, suffragati da nuovi rinvenimenti, ipotizzano che la chiesa e del 1531", ricorda il sacerdote.

La chiesa "fu edificata davanti ad una preesistente cripta basiliana, ma gli ultimi affreschi rinvenuti (1996-97) e lo stile di alcune decorazioni, fanno pensare che prima della costruzione dell'attuale chiesa già esistesse un avancorpo: una piccolissima chiesetta che aveva come altare quello che ora è nella grotta. E' il più antico santuario mariano ostunese ed il culto della Vergine, presso questa chiesetta, è stato sempre vivo nel corso dei secoli. Nel XVIII secolo, durante la peste che colpì anche la nostra cittadina, fu utilizzata come lazzaretto".

Ma è stata anche meta di pellegrinaggio durante l'ultimo conflitto mondiale: "Genitori, mogli, fidanzate e figli vi si recavano portando foto dei parenti che erano in guerra e di cui non si avevano notizie da molto tempo, con la speranza di avere la buona novella riguardante i loro cari", ricorda ancora don Paolo Zofra. Ma "ormai non si contano più le numerose segnalazione in riferimento ad un urgente intervento di diserbo delle erbacce che diventano sempre più alte nell'area antistante il Santuario Madonna della Nova. Più volte la parrocchia si è fatta anche carico di tagliare l'erba che cresce continuamente. È stato uno spettacolo indecoroso per chi in questi giorni ha visitato la nostra città e il Santuario in modo particolare".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santuario assediato dall'erba incolta

BrindisiReport è in caricamento