menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Posidonia trasferita sulla spiaggia pubblica: sanzionato gestore di un lido

Cumuli di biomasse vegetali trasportati con un mezzo meccanico: intervento della Capitaneria di porto a Campo di mare

CAMPO DI MARE - Cumuli di posidonia (alghe nel gergo popolare) venivano spostati dalla spiaggia in concessione a una spiaggia pubblica. Il gestore di uno stabilimento balneare di Campo di mare, marina di San Pietro Vernotico, è stato sanzionato a seguito di un controllo effettuato dai militari della sezione di polizia marittima della Capitaneria di porto di Brindisi, a tutela della conservazione della biodiversità e del patrimonio naturalistico.

Posidonia 2-2

Con un mezzo meccanico, le biomasse vegetali spiaggiate venivano sgomberate dal tratto di arenile di pertinenza del lido e scaricate nella spiaggia libera, dove si è formato un accumulo di posizonia per una lunghezza lineare di circa 100 metri e larghezza di circa 4 metri, il tutto per un’altezza media di 2 metri.  Le operazioni sarebbero state eseguite senza rispettare quanto indicato nelle “Linee Guida per la Gestione delle Biomasse Vegetali Spiaggiate” di cui all’Atto Dirigenziale n. 229 del 22/06/2015 del Servizio Demanio e Patrimonio della Regione Puglia.  Al concessionario è stata inflitta una sanzione amministrativa dell’importo massimo di 3.098 euro e la diffida immediata, al ripristino dello stato dei luoghi mediante rimozione e riposizionamento nella posizione originaria delle biomasse vegetali. 

Posidonia 3-2

“Gli accumuli di Posidonia oceanica sulle coste  - si legge in una nota della Capitaneria di porto di Brindisi - si formano quando i residui di foglie e rizomi vengono trascinati dalle correnti e dal moto ondoso. I fruitori delle spiagge non sempre gradiscono la presenza di tali accumuli, anche se di fondamentale importanza per il naturale ripascimento degli arenili. Pertanto la Regione Puglia ne ha vietato la deliberata asportazione dal sito di concentrazione, rimandando ad opportune misure di corretta gestione, con l’emanazione di “Linee Guida” che prevedono il coinvolgimento dei Comuni costieri”. 

“Nell’assicurare che i controlli continueranno per tutta la stagione balneare, si sensibilizzano tutti gli operatori del settore turistico balneare e i fruitori del mare a porre attenzione sul rispetto delle norme previste dalle ordinanze balneari della Regione Puglia e della Capitaneria di Porto di Brindisi, con particolare attenzione alla sicurezza della balneazione e alla salvaguardia della vita umana in mare. “Per informazioni il personale della capitaneria di porto è sempre disponibile al numero 0831521022 mentre in caso di emergenza è necessario contattare il numero ‘blu’ per le emergenze in mare 1530 attivo 24 ore su 24″.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento