menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un primo piano dell'auto investritrice

Un primo piano dell'auto investritrice

Sbanda e piomba su postazione autovelox

TORCHIAROLO – Il controllo elettronico della velocità mediante autovelox sulla 613 (direzione Lecce-Brindisi), nel territorio di competenza del Comune di Torchiarolo, era stato annunciato da un mese, con la pubblicazione di una tabella in cui sono indicati gli orari e i giorni.

TORCHIAROLO - Il controllo elettronico della velocità mediante autovelox sulla 613 (direzione Lecce-Brindisi), nel territorio di competenza del Comune di Torchiarolo, era stato annunciato da un mese, con la pubblicazione di una tabella in cui sono indicati gli orari e i giorni, poi c'è un cartello che annuncia la postazione, poi, con l'auto, non si corre. Invece poco dopo le 11 di oggi nessuna di queste regole è stata rispettata (video).

E' proprio la velocità, da quanto hanno accertato i vigili urbani, ma anche dal bilancio dei danni ai mezzi coinvolti, ad aver provocato un incidente, fortunatamente senza feriti gravi, proprio dove c'era la postazione autovelox con due agenti della polizia locale di Torchiarolo. Sono stati travolti da un'auto che probabilmente non stava rispettando i limiti imposti dal codice della strada, nemmeno in presenza del rilevatore elettronico della velocità.

Naturalmente è ancora tutto da accertare, verificare. La dinamica non è ancora stata appurata. Fatto sta che tre auto, compresa quella dei vigili sono diventate inutilizzabili, rimosse con carro attrezzi, e quattro persone, compresi i due agenti, Emanuele Gravili 51 anni e Rosetta Solazzo, 55, sono finiti in ospedale.

La ricostruzione della dinamica è al vaglio degli agenti della polizia stradale, giunti sul posto insieme ai colleghi della polizia locale di Torchiarolo al comando del tenente Lorenzo Renna, recatosi anch'esso personalmente sul posto e impegnato in prima persona in diverse campagne di sensibilizzazione sulla prudenza sulla strada.

Una Fiat Punto aziendale alla cui guida c'era una donna, all'altezza della piazzola dove era stata allestita la postazione autovelox, dopo aver tamponato una Fiat Punto che la precedeva, forse a causa di un brusco rallentamento di quest'ultima, ha travolto l'apparecchiatura e l'auto dei vigili al cui interno c'era l'agente donna. La Punto poi si è capovolta a margine della piazzola di sosta.

Un incidente spaventoso che ha fatto temere il peggio. Sul posto è stata inviata un'ambulanza del 118. La più grave era la donna che era a bordo dell'auto capovolta, è stata la prima e essere soccorsa, poi la vigilessa e gli altri due. Tutti sono stati medicati sul posto e poi trasferiti in ospedale per essere sottoposti a ulteriori accertamenti. Nessuno dovrebbe essere grave.

I mezzi sono stati rimossi solo quando tutti i rilievi sono stati eseguiti. Al momento il superamento del limite di velocità (110 km orari) e il mancato rispetto della distanza di sicurezza, sarebbero le cause che hanno determinato l'incidente dove sono rimasti coinvolti due operatori che si trovavano sulla superstrada proprio per controllare la velocità.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento