menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Repulse Bay a Brindisi

La Repulse Bay a Brindisi

In porto con 476 migranti la portacontainer Repulse Bay: traversata dura

E' entrata alle 8,50 nel porto interno di Brindisi la portacontainer Repulse Bay che il dispositivo Triton-Frontex aveva impegnato per il trasporto sino al porto di Brindisi di 476 migranti salvati in acque libiche nelle ultime 48 ore. Alle 9,10 sono state completate le operazioni di attracco

Articolo in aggiornamento continuo

BRINDISI - E' entrata alle 8,50 nel porto interno di Brindisi la portacontainer Repulse Bay che il dispositivo Triton-Frontex aveva impegnato per il trasporto sino al porto di Brindisi di 476 migranti salvati in acque libiche nelle ultime 48 ore. Alle 9,10 sono state completate le operazioni di attracco alla banchina di S.Apollinare riservata alle emergenze umanitarie, dove era in attesa l'apparato di accoglienza ed identificazione coordinato dalla Prefettura di Brindisi: forze dell'ordine, delegati delle agenzie umanitarie, unità mediche della Asl e della Croce Rossa, personale dell'Ufficio immigrazione e della Polizia scientifica per tutte le procedure di identificazione.

Il lavoro post-sbarco sarà lungo, anche sino alla notte prossima. Tutti gli immigrati, dopo le identificazioni,saranno infine inviati verso centri di accoglienza della Lombardia del Piemonte, della Toscana, delle Marche e del Lazio. Resteranno nel Brindisino e in Puglia eventuali minori non accompagnati. La traversata dal Mediterraneo Meridionale sino a Brindisi non è stata affatto facile, con la burrasca forza 7 in corso, soprattutto l'ultimo tratto nel Canale d'Otranto con vento di maestrale di prua.

La Repulse Bay è una nave di quasi 160 metri di lunghezza ma non ha spazi idonei a bordo per il trasporto di centinaia di persone. Il comandante infatti già nel corso della serata di ieri aveva chiesto di predisporre uno sbarco urgente non potendo disporre di cibo e indumenti sufficienti, segnalando anche l'indisponibilità di adeguata assistenza sanitaria perchè privo di medico a bordo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento