Cronaca

Scacco d'atto: anche gli avvocati brindisini al primo torneo di retorica

L'Ordine degli Avvocati di Brindisi e la Fondazione Provinciale dell'Avvocatura unitamente alla sua Scuola forense parteciperanno con propri praticanti avvocati al primo torneo di Retorica e Argomentazione Forense applicato al caso concreto indetto dall'Ordine degli avvocati e dalla Fondazione scuola forense di Taranto, che per la prima volta in Italia si svolgerà a Taranto

BRINDISI  - L'Ordine degli Avvocati di Brindisi e la Fondazione Provinciale dell'Avvocatura unitamente alla sua Scuola forense parteciperanno con propri praticanti avvocati al primo torneo di Retorica e Argomentazione Forense applicato al caso concreto indetto dall'Ordine degli avvocati e dalla Fondazione scuola forense di Taranto, che per la prima volta in Italia si svolgerà, venerdì 6 e sabato 7 novembre, presso l'Università degli Studi di Taranto. Competono anche le Scuole forensi di Bari, Castrovillari, Cosenza, Teramo, dell’Alto Tirreno e di Trani.

"Il torneo, denominato 'Scacco d’atto' -  si legge in un comunicato congiunto dell'Ordine e della Fondazione a firma dei rispettivi presidenti, Carlo Panzuti e Augusto Conte - s’ispira all'insegnamento di Aristotele e Quintiliano, maestri e docenti di retorica, e vedono le nostre scuole, da sempre tese a formare i futuri avvocati, competere tra loro, “dirigersi cioè insieme nella stessa direzione” della scienza e dell’arte del parlare bene (per bene, in modo etico), del parlare giusto e del parlare corretto, valorizzando chiarezza, logicità, rigore metodologico nell'esposizione e dimostrazione della conoscenza delle tecniche di persuasione e argomentazione, proprio secondo i principi della retorica giudiziaria classica".

"Nel rispetto delle parti richieste dalla retorica, 'esordio, narrazione, partizione, argomentazione, confutazione, epilogo' . si legge ancora nella nota - l'obiettivo della gara è diretto a far assumere consapevolezza degli strumenti del potere dialettico-argomentativo e di restituire tempo alla giustizia portando a maturazione i frutti di una formazione d'avanguardia, nella quale la tecnologia assecondi il logos predisponendo l'agone a recuperare le variabili spaziali e temporali messe in crisi da una cattiva inventio e da una pessima dispositio”.

Nel corso del torneo darà “scacco” all'avversario chi nel breve tempo prestabilito – appena 10 minuti - riuscirà e docere et probare, delectare et movere, usando la forza convincente dell'ethos, del logos, del pathos, su temi predisposti dalle singole Scuole Forensi e che saranno sorteggiati.
 Il punteggio ai “giovani agonisti” è attribuito alle singole parti del discorso retorico.

I vincitori avranno in premio un corso di inglese giuridico, tutti gli altri praticanti la visita presso una istituzione giudiziaria europea a Strasburgo o a Bruxelles.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scacco d'atto: anche gli avvocati brindisini al primo torneo di retorica

BrindisiReport è in caricamento