menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano liberi i due brindisini arrestati a Pesaro con un chilo di marijuana

S.M., 20 anni, difeso dall'avvocato Emanuela De Francesco, e S.P., 21 anni, sono stati scarcerati nella giornata di ieri dal gip del tribunale di Pesaro

BRINDISI – Sono tornati in libertà i due brindisini sorpresi la scorsa settimana con un chilo di marijuana nei pressi del casello di Marutta sulla A14, in provincia di Pesaro. S.M., 20 anni, difeso dall’avvocato Emanuela De Francesco, e S.P., 21 anni, sono stati scarcerati nella giornata di ieri (30 gennaio) dal gip del tribunale di Pesaro, Giacomo Gasparini, e successivamente sono rientrati a Brindisi.

Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto eseguito la notte fra il 27 e il 28 gennaio dai militari della guardia di finanza, ha accolto l’istanza di scarcerazione presentata dai legali, ritenendo che non sussistessero i requisiti per l’applicazione della misura cautelare, a differenza di quanto sostenuto dal pm. Nella decisione del giudice hanno pesato anche l’atteggiamento collaborativo dei ragazzi e il fatto che la loro fedina penale fosse immacolata.

I due procedevano a bordo di una Fiat Punt condotta da S.P. La sostanza stupefacente era contenuta in uno zainetto. In tasca ai due, inoltre, i militari hanno trovato anche alcuni grammi di hascisc. S.M. si è addossato per intero la responsabilità della detenzione della droga. Entrambi devono rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento