Cronaca

"Scarsa trasparenza sull'assegnazione gratuita dei locali comunali"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta al commissario prefettizio a firma dell’ex consigliere comunale Vincenzo Albano, in cui si chiede di adottare maggiore trasparenza riguardo alla questione dell’utilizzo dei locali comunali

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta al commissario prefettizio a firma dell’ex consigliere comunale Vincenzo Albano, in cui si chiede di adottare maggiore trasparenza riguardo alla questione dell’utilizzo dei locali comunali concessi gratuitamente a privati cittadini, anche in considerazione del fatto che la partecipata Multiservizi non dispone in città di uno sportello per la cittadinanza, cosa che comporta notevoli disagi per i cittadini. 

Purtroppo è tristemente nota la riluttanza  dell' Amministrazione Comunale di Brindisi a semplificare la vita dei propri cittadini.

L'ultima dimostrazione riviene dalla vicenda relativa al rinnovo totale dei pass  relativi ai parcheggi del centro storico di Brindisi, che costringe tutti i cittadini a dover utilizzare un mezzo di trasporto per recarsi personalmente presso l'unica sede della Multiservizi, situata   in via Provinciale S. Vito, nei pressi del parco cillarese. In zona decentrata e molto trafficata.

Sono purtroppo cadute nel vuoto le tante richieste formulate da più parti  per la riapertura di uno sportello nel centro cittadino, come era accaduto nel passato, dove  potevano  sbrigare con facilità le proprie pratiche o segnalare eventuali anomalie,  senza la complicazione di fastidiosi spostamenti.

Un provvedimento che potrebbe risultare a costo zero, o comunque a costo estremamente contenuto, nel caso in cui l'Amministrazione, decidesse  di concedere alla società Multiservizi, di cui è proprietaria al 100%, uno dei tanti locali del comune non utilizzati. Replicando una pratica adottata nei confronti di  molte associazioni  o privati,  peraltro concesse senza avvertire la necessità o il dovere di informare i cittadini sui motivi della concessione e sugli eventuali costi.

Un impegno di trasparenza che il  Dlgs n. 33/2013 ha reso obbligatorio con l'introduzione di un nuovo tipo di controllo sociale , inteso come accessibilità totale alle informazioni concernenti  l’attività della pubbliche amministrazioni, per eliminare le aree di opacità nel loro operato, consentendo ai cittadini di poter verificare, in  termini di efficacia ed efficienza,  il buon andamento della pubblica amministrazione, ma anche  di conoscere in che modo vengono  utilizzate  le risorse pubbliche.

A quell'obbligo di trasparenza,  corrisponde il diritto  di accesso civico da parte dei  cittadini, previsto dall’articolo 5 dello stesso decreto legislativo, che consente loro di chiedere la pubblicazione  di quei  documenti. A quel diritto faccio  riferimento  per chiedere, in applicazione della funzione di controllo democratico riveniente dalla legge, la pubblicazione  sul sito del comune, in apposita sezione,  di tutti  i locali comunali concessi in uso gratuito, il nome dell’associazione, società, fondazione, ente o privato cui è stato concesso, le finalità' di utilizzo, le dimensioni e l'ubicazione degli stessi, come risultanti dal contratto di concessione dei locali.    

Ma anche a che  titolo e in base a quale contratto e corrispettivo economico sono stati assegnati i locali comunali a società private.
Naturalmente va  sempre verificato l’interesse pubblico che ha determinato l’assegnazione in uso totalmente gratuito degli immobili,  il corretto adempimento delle obbligazioni assunte dai concessionari, con particolare riguardo a quelle relative alla cura e  al corretto uso del bene assegnato.

Nel contempo l’Amministrazione potrebbe predisporre apposite targhe, da esporre obbligatoriamente all’esterno di tutti i locali concessi in comodato d’uso gratuito dalla Giunta Comunale,   che riportino l’indicazione che  l’immobile è di proprietà del Comune di Brindisi.
Ma principalmente va esaminata in tempi brevi la necessità di concedere alla Multiservizi un locale nel centro, per soddisfare le esigenze e gli interessi  dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scarsa trasparenza sull'assegnazione gratuita dei locali comunali"

BrindisiReport è in caricamento