menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scavo abusivo in un terreno agricolo: denuncia e sequestro

Intervento dei carabinieri forestali di Ceglie Messapica in contrada Tagliente. Sull'area c'è il vincolo paesaggistico

CEGLIE MESSAPICA - I carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica sono intervenuti, operando un sequestro preventivo di iniziativa, su un’area di 600 metri quadrati all’interno di un fondo rustico nell’agro dello stesso comune, in contrada Tagliente. Qui è stata accertata la presenza di uno scavo rilevante, presumibilmente per utilizzare la terra estratta i altri siti coltivati. Accanto allo scavo, una grande massa di pietrame destinato, ritengono i carabinieri forestali, al riempimento e quindi all’occultamento dell’intervento abusivo,

Per i carabinieri, l’attività scoperta in contrada Tagliente si qualifica come “rilevante modifica dello stato dei luoghi”, in una zona tutelata dal vincolo “Boschi, Aree di rispetto ai boschi e paesaggi rurali” previsto dal Piano Paesaggistico Territoriale Regionale, dove i lavori e le modificazioni possono essere realizzati solo in presenza di un’autorizzazione paesaggistica rilasciata assieme al titolo edilizio. I carabinieri forestali hanno invece appurato che nessuna autorizzazione o permesso era stato mai richiesto all’ente di competenza.

L’ episodio rileva ancora una volta le esigenze di sorveglianza richieste per affermare il rispetto del regime di tutela che investe un territorio, ed il suo paesaggio, di gran pregio come quello della collina cegliese, dove pur tuttavia si registrano di frequente tentativi di sfruttamento con elusione delle limitazioni imposte, dicono ancora i carabinieri forestali.

Al termine degli accertamenti, la proprietaria del fondo, B.A. 61enne cegliese, è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Brindisi ai sensi dell’ articolo 256, comma 1, lettere a e b del “Codice dell’ Ambiente” (decreto legislativo 152 del 2006) e dell’ art. 44, comma 1, lettera c del “Testo Unico dell’ Edilizia ed Urbanistica” (decreto del Presidente della Repubblica 380 del 2001), nonché dell’ articolo 181 del “Codice dei Beni culturali e del Paesaggio” (decreto legislativo 42 del 2004).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento