rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Ceglie Messapica

Schianto di notte: ancora incerte le cause

CEGLIE MESSAPICA - Restano ancora molto incerte le cause del tragico schianto nel quale ha perso la vita un giovane di Ceglie Messapica, Giuseppe Nigro, di 25 anni. Per fare luce sulla dinamica dell’incidente è in corso una approfondita attività di indagine. Già disposto l’esame autoptico, per chiarire se il giovane sia stato colto da malore.

CEGLIE MESSAPICA - Restano ancora molto incerte le cause del tragico schianto nel quale ha perso la vita un giovane di Ceglie Messapica, Giuseppe Nigro, di 25 anni. Per fare luce sulla dinamica dell'incidente è in corso una approfondita attività di indagine da parte dei carabinieri della stazione di Ceglie. Non facili, per mancanza di testimoni, gli accertamenti tesi alla ricostruzione di quanto accaduto. Già disposto l'esame autoptico, per chiarire se il giovane sia stato colto da malore.

Le condizioni del ventiquattrenne vittima del violento impatto, sono apparse gravissime già ai primi soccorritori di passaggio. Nigro è morto nella tarda serata di ieri, poco dopo l'impatto, a seguito delle ferite riportate.

L' incidente si è verificato lungo la strada provinciale 26 che collega Ceglie Messapica con Francavilla Fontana, in un tratto rettilineo, ai confini tra i due Comuni.

Secondo le prime verifiche eseguite dai carabinieri di Ceglie, Nigro che era alla guida di una Fiat Punto e viaggiava da solo in direzione della città degli Imperiali, per cause ancora tutte da appurare, avrebbe perso il controllo della propria autovettura, finita fuori strada, poco prima di svoltare a destra e di imboccare la via di casa: un viottolo di campagna adiacente una centralina dell'Enel. Fatale la collisione con il muretto di cinta.

Intrappolato nell'abitacolo, veniva estratto da quell'inferno di lamiere grazie ai vigili del fuoco di Francavilla Fontana. Ma il destino di Nigro era ormai segnato.

Dapprima soccorso sul posto dagli operatori del Servizio 118, il giovane veniva quindi trasferito d'urgenza presso l'ospedale Camberlingo di Francavilla. Una corsa disperata. E purtroppo vana. Lungo il tragitto, infatti, le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate. Quando l'ambulanza ha raggiunto l'ospedale, il cuore del giovane aveva cessato di battere per sempre.

E' giallo sulle cause. Saranno i carabinieri di Ceglie, intervenuti sul posto per i rilievi e le indagini di rito, a fare chiarezza sulla disgrazia.

Dalle tracce di frenata, ai test clinici: tutti elementi che per prassi saranno oggetto di opportuni approfondimenti. Nella mattinata di domani sarà eseguita l'autopsia, già disposta dal sostituto procuratore di turno.

Teatro dell'incidente mortale un'arteria già costellata di troppe croci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto di notte: ancora incerte le cause

BrindisiReport è in caricamento