menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il motore recuperato

Il motore recuperato

Sciacalli sullo yacht: recuperato motore

BRINDISI - E' stato recuperato il motore Yamaha rubato dalla moto d'acqua dello yacht incagliatosi ieri sulla diga di Punta Riso, a bordo del quale viaggiavano il 59enne Alessandro Colangeli, morto in seguito al naufragio, e due stranieri sopravvissuti.

BRINDISI - Sciacalli in azione a Brindisi. E' stato rubato, e recuperato nella notte dalla polizia, il motore Yamaha rubato dalla moto d'acqua dello yacht incagliatosi ieri sulla diga di Punta Riso, a bordo del quale viaggiavano il 59enne Alessandro Colangeli, morto in seguito al naufragio, e due stranieri, un rumeno e un moldavo, sopravvissuti alla tragedia.

Il motore, completo di impianto elettrico, e' stato rinvenuto dagli agenti della sezione Volanti intorno alle 8 di stamane, alle spalle del campo di calcio di via Della Torretta, nel rione Paradiso. L'apparato, il cui valore di mercato oscillerebbe fra i 4 e i 5mila euro, giaceva fra le sterpaglie di un terreno di campagna abbandonato, insieme a materiale edile di risulta. Con ogni probabilità, qualcuno sarebbe dovuto passare a prenderlo in mattinata.

Altri oggetti sono stati rubati ieri dai resti dello scafo, nell'ambito di una serie di atti di sciacallaggio andati avanti fino al tardo pomeriggio. All'interno dell'imbarcazione si trovavano infatti beni di non trascurabile valore economico, trascinati dalla corrente lungo tutto il litorale nord. Per prevenire il ripetersi di simili episodi, e' stato disposto il pattugliamento continuo dell'area del naufragio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento