rotate-mobile
Cronaca

Scomparsi, trovato il corpo dell'albanese

BRINDISI - Il cadavere di un uomo, identificato dalle autorità locali per il cittadino albanese Teodorq Rexhepaj, di 62 anni, è stato rinvenuto sulle coste della Croazia: era partito in barca il 15 marzo con il geometra brindisino Vittorio Danese.

BRINDISI - Il cadavere di un uomo, identificato dalle autorità locali per il cittadino albanese Teodoraq Rexhepaj, di 62 anni, è stato rinvenuto sulle coste della Croazia in un località per ora non nota. Rexhepaj era l'uomo partito da Brindisi assieme al geometra Vittorio Danese, dopo aver noleggiato un cabinato d'altura di circa 10 metri, un Thompson 34 Vera Cruz, presso il marina di Bocche di Puglia.

Dei due, sulla cui scomparsa indaga la Squadra mobile di Brindisi per gli aspetti di sua competenza, mentre delle ricerche si è occupata la Capitaneria di Porto, non si hanno più notizie dal 15 marzo. Il rientro a Brindisi era previsto per il 18 dello stesso mese, mentre non sono note le ragioni della traversata e quella della scelta di compierla con una imbarcazione noleggiata piuttosto che con il traghetto di linea per Valona.

Una delle ipotesi della scomparsa è proprio quella di un naufragio, anche se con un cruiser di 10 metri con due motori turbodiesel da 200 cavalli ciascuno non ci sarebbero dovuti essere problemi particolari. Ma si attende di capire anche se Teodorq Rexhepaj sia deceduto per annegamento conseguente ad ipotermia per la lunga permanenza in acqua, o se il corpo presenti tracce di un esplosione a bordo, o se vi siano altri indizi. Comunque, la vicenda è a una prima, drammatica svolta.

La comunicazione di questo drammatico rinvenimento è stata fatta dal figlio di Teodorq Rexhepaj all'avvocato brindisino che si sta occupando del caso per la famiglia di Vittorio Danese, Luca Leoci.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsi, trovato il corpo dell'albanese

BrindisiReport è in caricamento