Cronaca

Scontro politico tra Luperti e il portavoce della sindaca Carluccio

Scambio di post su Fb tra il capogruppo dei Coerenti e il giornalista, ex direttore editoriale di Senzacolonnenews. Alparone dei Cinque Stelle: "Di Napoli conferma implicitamente di essere autore dell'articolo pubblicato sulla testata, svelato il segreto di Pulcinella"

BRINDISI – “Svelato il segreto di Pulcinella: il portavoce della sindaca, Gianmarco Di Napoli, ha ammesso implicitamente di essere l’autore dell’articolo politico, relativo a Pasquale Luperti, pubblicato sulla testata Senzacolonnenews di cui era direttore editoriale. Disse di aver lasciato l’incarico dopo essere entrato nello staff di Angela Carluccio. Evidentemente così non è, o quanto meno, continua a scrivere per la stessa testata”.

stefano alparone-3I Cinque Stelle con Stefano Alparone tornano a sollevare il caso del presunto doppio ruolo rivestito dal giornalista professionista Di Napoli, portavoce della prima cittadina da agosto scorso, e al tempo stesso ritenuto autore di articoli di cronaca politico-amministrativa sul “Palazzo”. Non solo resta, ma continua a essere alimentato il dubbio che sia sempre Di Napoli a scrivere sulla testata Senzacolonnenews, secondo Alparone dopo lo scambio di post tra il portavoce della sindaca e Pasquale Luperti, il capogruppo dei Coerenti il quale, ormai è storia, ha prima rotto con la maggioranza e dopo 24 ore ha proposto la mozione di sfiducia mettendo in moto la raccolta di firme per far cadere l’Amministrazione guidata da Angela Carluccio.

Senzacolonnenews, al pari di altre testate giornalistiche del panorama brindisino ha dato notizia della fuoriuscita e della mozione, così come della posizione di Mauro D’Attis secondo il quale il voto sarebbe necessario sì, ma nel 2018 e non tra qualche mese.  In quest’ultimo caso, il titolo scelto dall’autore dell’articolo  - senza firma, al pari di altri – è stato “Sfiducia, D’Attis fa scendere subito Luperti dallo scooter”.

Cosa è successo? Luperti ha voluto replicare e l’ha fatto sulla pagina facebook di Senzacolonnenews, rivolgendosi direttamente al “Caro Gianmarco” per mettere in evidenza che “lo stesso scooter è servito a portare alla vittoria la tua sindaca”. Sì, ha scritto proprio così Luperti, in maniera diretta. “Leggo con attenzione tra le righe quelle stesse frasi che hanno usato i nostri antagonisti durante la campagna elettorale”. Ancora: “State attivando la normale macchina del fango, hai iniziato a scrivere che gli ex Consales (gli stessi ex che ti hanno garantito la vittoria sia alle primarie sia alle elezioni), gli stessi ex che hanno votato la delibera del Consiglio comunale che ti permette di occupare quel ruolo che oggi dà voce alla tua sindaca”. Il ruolo è quello del portavoce, stando al decreto di nomina firmato da Angela Carluccio, sul quale avvenne la rottura di Impegno sociale. E sul quale anche i Cinque Stelle hanno da sempre nutrito dubbi sull’opportunità.

post luperti-3

“Quando abbiamo deciso di sfiduciare la tua sindaca stai tranquillo, non abbiamo fatto nessuna riunione carbonara e non c’è nessuno dietro che ci dice quello che dobbiamo fare”, ha scritto sempre Luperti. “Pensavo che dopo essere stati fianco a fianco negli ultimi nove mesi, avessi imparato a conoscermi. So bene quello che pensi dell’Amministrazione visto che sei una persona molto intelligente, tante volte abbiamo parlato della situazione disastrosa, ma non fa niente. Purtroppo so anche che devi scrivere per difendere l’indifendibile. E’ il tuo lavoro!. Il mio scooter e i miei santini (elettorali, ndr) sicuramente non serviranno più a portare alla vittoria gente ingrata e non riconoscente”.

La risposta di Gianmarco Di Napoli è arrivata subito: “Caro Lino, ricordo un’altra conferenza stampa in cui c’eravate tu e Angela Carluccio, proprio come qualche giorno fa”, ha scritto usando il proprio account di Fb (quello privato). “Era aprile e in quei giorni tutta la stampa (anche quella nazionale) parlava di tue presunte connivenze, alludeva a imminenti arresti e Angela Carluccio pur non sapendo nulla di te, né potendo avere certezza che quelle insinuazioni fossero false, decise di metterci la faccia e partecipò alla tua prima pubblica uscita, scommettendo sulla tua onestà”.

angela carluccio-3Carluccio partecipò alla conferenza stampa in cui Luperti riferì di aver sporto denuncia nei confronti di Michele Emiliano, per diffamazione. In quella occasione c’era l’attuale amministratore unico della Multiservizi, Vito Camassa, nominato di recente dalla sindaca dopo la contestata audizione pubblica.

“Ecco, sentite e lette le tue insinuazioni sul suo operato (che vanno ben oltre le semplici valutazioni politiche), mi sono ricordato di quel giorno, di quella scelta coraggiosa che lei fece per accreditarti, anche rispetto alla triste conclusione della tua precedente attività amministrativa”, ha scritto sempre il portavoce. “Ecco perché la tua frase ‘i miei santini sicuramente non serviranno più a portare alla vittoria gente ingrata e non riconoscente’, oggi, se me lo consenti, mi fa un po’ pena”.

post di napoli-2

Alparone che ha letto entrambi i post, è tornato alla carica sul componente dello staff: “Di Napoli intervenendo con quel post ha confermato che per quella testata scriva ancora, alimentando il dubbio sollevato sin da subito dai CinqueStelle”, dice. “Anche perché – aggiunge – non ci sono garanzie né sull’estensore dell’articolo, che non è firmato, né tanto meno sul direttore responsabile della testata Senzacolonnenews, non essendo pubblicata on line la gerenza”. Alparone, quindi, chiede: “Possibile che il portavoce della sindaca continui a scrivere di questioni politiche e più in generale del Comune di Brindisi?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro politico tra Luperti e il portavoce della sindaca Carluccio

BrindisiReport è in caricamento