rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Scontrino fiscale evaso dal 28 per cento

BRINDISI – Il 28 per cento dei commercianti del Brindisino, tra quelli sottoposti a controllo recentemente da parte della Guardia di finanza, non rilascia lo scontrino fiscale. È quanto emerso dall'intervento “Piano di controllo economico del territorio” messo in atto lo scorso fine settimana dalla compagnia della Guardia di finanza di Brindisi al fine di contrastare reati in materia fiscale e tutelare gli operatori economici detti “regolari”.

BRINDISI - Il 28 per cento dei commercianti del Brindisino, tra quelli sottoposti a controllo recentemente da parte della Guardia di finanza, non rilascia lo scontrino fiscale. È quanto emerso dall'intervento "Piano di controllo economico del territorio" messo in atto lo scorso fine settimana dalla compagnia della Guardia di finanza di Brindisi al fine di contrastare reati in materia fiscale e tutelare gli operatori economici detti "regolari".

L'operazione, iniziata dalla mattinata di sabato sino alla mezzanotte di lunedì scorsi (coincidente con i festeggiamenti in onore dei Santi patroni) ha visto l'impiego di numerose pattuglie e ha interessato sia il capoluogo che altri centri di interesse turistico della provincia. I militari hanno operato sia in divisa che in abiti civili.

I primi hanno perlustrato il territorio con una funzione tanto preventiva quanto repressiva di situazioni di illegalità, concentrando la loro azione di contrasto nei confronti dell'abusivismo commerciale e della vendita di prodotti recanti marchi contraffatti. Complessivamente hanno sottoposto a sequestro oltre 3mila prodotti tra borse, accessori per abbigliamento, occhiali, accessori per telefonini, bigiotteria, contraffatti segnalando 18 persone all'autorità giudiziaria.

Questi risultati si aggiungono al sequestro di oltre 22mila prodotti, di vario genere, contraffatti o privi dei requisiti di sicurezza imposti dalla normativa "Ce" già effettuati dalla Guardia di Finanza di Brindisi dall'inizio dell'anno sul territorio dell'intera provincia. Ad oggi sono stati segnalati all'Autorità giudiziaria per reati di tale natura complessivamente 77 responsabili.

Le pattuglie in abiti civili, invece, hanno effettuato controlli in materia di corretto rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale constatando, nell'arco dello scorso week-end, 59 violazioni, pari al 28% del totale dei controlli eseguiti. Queste irregolarità, invece, vanno a sommarsi alle circa 500 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già contestate dalla Guardia di Finanza, sul territorio dell'intera provincia, dall'inizio dell'anno.

Nel corso dei controlli inoltre, sono stati scoperti nove lavoratori "in nero", tre contribuenti (bar-pizzeria, parrucchiere e commerciante al dettaglio di articoli per la casa e la persona) che pur adempiendo agli obblighi formali (autorizzazioni amministrative, scritture contabili, rilascio dello scontrino e/ ricevuta fiscale) non hanno presentato le prescritte dichiarazioni fiscali e, conseguentemente, omesso il pagamento delle imposte dovute all'erario.

Contestualmente, nell'ambito dei preordinati servizi di controllo economico del territorio, i "baschi verdi" hanno sequestrato oltre 60 grammi di sostanza stupefacente (marijuana ed hashish) e segnalato all'autorità giudiziaria otto responsabili.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontrino fiscale evaso dal 28 per cento

BrindisiReport è in caricamento