Cronaca San Vito dei Normanni

Scontro frontale sulla strada provinciale: i due ragazzi coinvolti versano in coma

Lottano per la vita i due giovani che nella serata di ieri (11 novembre) sono rimasti coinvolti in un terribile scontro frontale avvenuto sulla ex strada statale 16 che collega Brindisi a San Vito dei Normanni, all’altezza dell’hotel dei Normanni. Eugenio Patera, 26 anni, di San Vito dei Normanni, e Virgilio Taddeo, 41 anni, anche lui di San Vito, versano in stato comatoso presso il reparto di Rianimazione

BRINDISI – Lottano per la vita i due giovani che nella serata di ieri (11 novembre) sono rimasti coinvolti in un terribile scontro frontale avvenuto sulla ex strada statale 16 che collega Brindisi a San Vito dei Normanni, all’altezza dell’hotel dei Normanni. Eugenio Patera, 26 anni, di San Vito dei Normanni, e Virgilio Taddeo, 41 anni, anche lui di San Vito, versano in stato comatoso presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino.

Il primo ha subito un trauma cranico e un trauma della strada. Il secondo, oltre a una trauma cranico, ha rimediato anche contusioni polmonari multiple. I carabinieri della locale compagnia sono rimasti sul posto fino a tarda sera per completare i rilievi del caso.

Da quanto appurato, Patera viaggiava a bordo di un’Audi. Taddeo si trovava all’interno di una Golf plus. Le due auto sono entrate in collisione intorno alle ore 21. A seguito dell’impatto, la Golf ha letteralmente sfondato il muro perimetrale di una villetta. L’Audi, accartocciatasi in un groviglio di lamiere, ha terminato la sua corsa a pochi centimetri da un guardrail. Il motore di una delle due auto è finito nelle campagne. Eugenio Patera-2

I primi soccorsi sono stati prestati dai volontari dell’associazione civile Brunda. Nel giro di pochi minuti si sono recate sul posto diverse ambulanze con personale del 118, oltre a una squadra di vigili del fuoco giunta dal comando provinciale di Brindisi e al Gruppo volontari della locale associazione di Protezione civile. 

Patera e Taddeo erano incoscienti. Le loro condizioni sono parse subito disperate. Entrambi sono stati trasportati in codice rosso verso il nosocomio brindisino.

La strada era disseminata di detriti e chiazze d’olio. Solo dopo ore la circolazione ha ripreso a scorrere regolarmente  (nella foto a destra, Eugenio Patera).

La notizia dell’incidente ha fatto rapidamente il giro di San Vito, dove c'è grande apprensione per le sorti dei due malcapitati.Patera coltivava una passione per i motori che lo aveva portato a partecipare a diverse gare. Nel 2014, ad esempio, insieme ad un altro concittadino, formò un team che a bordo di una Nissan Micra partecipò alla Gimkana di San Vito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale sulla strada provinciale: i due ragazzi coinvolti versano in coma

BrindisiReport è in caricamento