menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontro nella mala: un altro ferimento, si spara al Sant'Elia

Ferito da un colpo di arma da fuoco alla gamba destra il brindisino Cristian Ferri. L'agguato è avvenuto sulla strada che collega l'incrocio della morte a Sant'Elia

BRINDISI – Ancora una gambizzazione a Brindisi, la seconda nel giro di quattro giorni. La scorsa notte (fra il 3 e il 4 ottobre), il 29enne Christian Ferri, già noto alle forze dell’ordine, è stato trasportato presso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino con una ferita da arma da fuoco alla gamba destra.

Da quanto appurato, il ragazzo è stato raggiunto, da un solo colpo, sul tratto di strada che collega il rondò della strada statale 7 per Taranto, il cosiddetto incrocio della morte, al rione Sant'Elia, sotto al cavalcavia della circonvallazione per Lecce.

Gambizzazione Cristiano Ferri-2

Il video del luogo dell'agguato

Sul fatto indagano i carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi al comando del capitano Luca Morrone, recatisi sul posto per i rilievi del caso. I militari hanno rinvenuti ben nove bossoli, di cui tre calibro nove e sei calibro 38. Ferri, dopo le cure del caso, è stato dimesso con prognosi di 10 giorni. Ascoltato dai militari, il giovane ha riferito di essere stato ferito da una persona che si trovava a bordo di un'auto, mentre lui procedeva a piedi nei pressi della superstrada. Tale versione dei fatti è al vaglio degli investigatori. 

Gambizzazione Christian Ferri 2-2

Non è escluso un legame fra questo ferimento e la gambizzazione del 24enne Stefano Borromeo, avvenuta domenica scorsa in via Sant’Angelo.  E' da vedere poi se i due episodi possano essere in qualche modo collegati alle raffiche di proiettili esplose con una pistola semiautomatica e un kalashnikov contro le palazzine situate fra via Raffaello e piazza Raffaello, sempre al rione Sant'Elia, la notte fra il 12 e il 13 settembre. Almeno tre colpi c'entrarono il balcone di un giovane già noto alle forze dell'ordine che pohe ore prima aveva lasciato la comunità in cui era detenuto, grazie a un permesso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento