Cronaca

Stavano macellando una pecora nel cortile di casa: scoperti dalla Polizia locale

La carcassa è stata sequestrata e smaltita secondo le procedure, mentre la famiglia sorpresa a macellare clandestinamente la pecora rischia una sanzione che va dai 1500 agli 8mila euro

SAN PIETRO VERNOTICO - Un forte odore di carne bruciata si è diffuso in via Crispi, traversa di via Mesagne, a San Pietro Vernotico nella mattinata di oggi, venerdì 11 giugno. I vicini hanno allertato le forze dell’ordine, gli agenti della Polizia locale, recatisi sul posto nel giro di pochi minuti, hanno scoperto una macellazione clandestina di una pecora a opera di una famiglia di nigeriani. L’ovino era stato scuoiato, pelli e vello bruciati. L’intervento della Polizia locale, sul posto si sono recati il comandante Emanuele Sergio e il vice comandante Cosimo Greco, è stato operato unitamente al dott. Errico Luigi, dirigente medico Vererinario e dott. D’Adorante Giuseppe del Servizio veterinario della Asl di Brindisi. 

La carcassa è stata sequestrata e smaltita secondo le procedure, mentre la famiglia sorpresa a macellare clandestinamente la pecora rischia una sanzione che va dai 1500 agli 8mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stavano macellando una pecora nel cortile di casa: scoperti dalla Polizia locale

BrindisiReport è in caricamento