Cronaca Cisternino

Merce in cattivo stato di conservazione e con etichette false in vendita alla fiera

Scoperto un nuovo caso di frode alimentare nel Brindisino. Dopo il supermercato che vendeva merce avariata e scaduta a cui era stata cambiata l'etichetta (Brindisi), è stato individuato un venditore ambulante con prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione a cui erano stati apposte etichette di marchi famosi

CISTERNINO – Scoperto un nuovo caso di frode alimentare nel Brindisino. Dopo il supermercato che vendeva merce avariata e scaduta a cui era stata cambiata l’etichetta (Brindisi), è stato individuato un venditore ambulante con prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione a cui erano stati apposte etichette di marchi famosi. Questa volta la scoperta riguarda Cisternino, precisamente la Fiera della Bomminella che si è tenuta ieri, martedì 8 settembre, nel centro abitato. Il responsabile, un 65enne di Squinzano (Le) P.C. è stato denunciato per frode nell’esercizio del commercio e vendita di prodotti alimentari con segni mendaci, vendita di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e violazione delle direttive concernenti l’etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari. Gli è stata comminata una sanzione amministrativa per un valore complessivo di 1500 euro  per mancanza di etichette in prodotti destinati alla vendita. I prodotti caseari e insaccati contraffatti e privi di etichetta, circa 260 chilogrammi, sono stati sequestrati. Inoltre, è stato identificato un dipendente in nero, poiché mai assunto e segnalato al Nucleo ispettorato del lavoorr di Brindisi per gli adempimenti di competenza.

Il controllo è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Cisternino, coadiuvati dal personale dell’Asl di Brindisi, nell’ambito di un servizio finalizzato all’accertamento dell’autenticità e genuinità di prodotti alimentari. I militari nel corso del controllo ispettivo delle bancarelle ubicate presso la fiera millenaria della “Bomminella” hanno riscontrato il venditore ambulante denunciato, aveva messo in vendita prodotti alimentari falsificati di bassa qualità e in cattivo stato di conservazione, riportante vari marchi di note aziende casearie nazionali, come “Rodez”, “Grana Padano” e “Parmiggiano Reggiano”, inducendo in errore gli avventori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merce in cattivo stato di conservazione e con etichette false in vendita alla fiera

BrindisiReport è in caricamento