rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca San Vito dei Normanni

Scoperta un'altra discarica abusiva in campagna: una denuncia

Sigilli in un’area di 800 metri quadri, parzialmente recintata e dall’accesso chiuso, in contrada “Don Matteo”

CEGLIE MESSAPICA - Sequestro dei carabinieri forestali di Ceglie Messapica su un’area di 800 metri quadri, parzialmente recintata e dall’accesso chiuso, in contrada “Don Matteo” in agro di San Vito dei Normanni. Il conduttore dei terreni, L. G., sanvitese di anni 59, aveva realizzato una vera e propria discarica di rifiuti urbani e speciali, non pericolosi, derivanti in gran parte dall’ attività edilizia dell’impresa di cui è titolare.

I militari della stazione cegliese si sono trovati davanti cumuli di rifiuti di vario tipo: conci di tufo, calcinacci, mattoni, residui di cemento e intonaci, porte e altri infissi, vetri, plastiche, bancali in legno, materiali ferrosi (caloriferi e altro), e finanche un autoveicolo in stato di abbandono.

In considerazione dell’evidenza che i rifiuti erano stati accumulati a più riprese, fino a tempi recentissimi, e della loro provenienza per lo più da un’impresa in attività, i carabinieri forestali hanno proceduto al sequestro preventivo d’ urgenza, per evitare che la situazione illecita potesse essere ulteriormente aggravata. Oltre ad aver sigillato l’intera area trasformata in discarica abusiva, i militari hanno denunciato il titolare alla Procura della Repubblica di Brindisi per violazione del “Codice dell’ Ambiente” (Decreto Legislativo 152/2006), nello specifico dell’ articolo 256, commi 2 e 3.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta un'altra discarica abusiva in campagna: una denuncia

BrindisiReport è in caricamento