rotate-mobile
Cronaca Francavilla Fontana

Scoperto un macello clandestino di carne equina. Denunciati due francavillesi

FRANCAVILLA FONTANA - La carne macellata clandestinamente finisce sulle tavole dei consumatori di Brindisi e Taranto? E' quanto stanno cercando di accertare i finanzieri della compagnia di Francavilla Fontana dopo la scoperta ed il sequestro di un mattatoio illegale.

FRANCAVILLA FONTANA - La carne macellata clandestinamente finisce sulle tavole dei consumatori di Brindisi e Taranto? E' quanto stanno cercando di accertare i finanzieri della compagnia di Francavilla Fontana dopo la scoperta ed il sequestro di un mattatoio illegale.

Nelle campagne tra la Città degli Imperiali e Sava. I militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato 300 chili di carne equina macellata in maniera illegale, due cavalli ancora vivi che stavano per fare la stessa fine e due capannoni, oltre a tutta l'attrezzatura utilizzata per la macellazione e la conservazione delle carni.

La scoperta quasi per caso nel corso di una perlustrazione nelle campagne da parte dei militari - guidati dal capitano Antonio Triggiani - che si sono imbattuti in due persone con i vestiti sporchi all'inverosimile di sangue. Immediato il controllo e la scoperta della carcassa di un cavallo appena macellato all'interno del capannone dal quale stavano uscendo.

I due, dopo la scoperta di un vero e proprio mattatoio, privo di ogni genere di autorizzazione sono stati denunciati. I militari - nell'ambito della specifica attività finalizzata alle frodi nel settore alimentare - hanno svolto dopo il ritrovamento del macello, una serie di controlli anche in altri capannoni attigui alla prima struttura scoprendo una cella frigorifera non a norma e priva delle caratteristiche per la conservazione della carne, oltre ai resti di altri animali.

Tutta la merce, destinata alla vendita su chissà quali circuiti, è stata distrutta dopo l'intervento dei funzionari della Asl. Le indagini proseguono per accertare la provenienza dei capi macellati, di quelli ancora vivi - che risultano in possesso di microchip -, la destinazione finale della merce e se a gestire il macello clandestino ci siano anche altre persone oltre ai due francavillesi individuati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto un macello clandestino di carne equina. Denunciati due francavillesi

BrindisiReport è in caricamento