Cronaca

Povero Monumento al Marinaio: ora anche le scorribande in moto

Trasgressione a vagonate, questa mattina sul piazzale del Monumento al Marinaio, dove un gruppo di ragazzi in moto e scooter ha deciso di farsi su due ruote le scalinate del gigantesco timone, e di passare poi alle impennate attorno al sito della fiamma perenne

BRINDISI - Trasgressione a vagonate, questa mattina sul piazzale del Monumento al Marinaio, dove un gruppo di ragazzi in moto e scooter ha deciso di farsi su due ruote le scalinate del gigantesco timone, e di passare poi alle impennate attorno al sito della fiamma perenne. L'adunata è durata abbastanza per infastidire i cittadini a passeggio nella giornata di sole, rovinata dal rombo dei motori. Nessuno ha interrotto la sarabanda, malgrado le segnalazioni (le foto ci sono state inviate da nostri lettori). Gli autori dello spettacolo motoristico improvvisato sono andati via dopo aver fatto il comodo loro. Il piazzale, in questi mesi, dal lato mare è stato trasformato in cantiere per gli interventi di consolidamento dell banchina.

Motociclisti Monumento 4-2Purtroppo il piazzale del Monumento al Marinaio è stato perennemente al centro di proteste per le carenti manutenzioni dei giardini sul porto, e il Monumento stesso è chiuso da mesi per lavori di manutenzione importanti, che non sono mai stati avviati. Considerando che si tratta del simbolo della città di Brindisi, più nota per il "timone" che ricorda i caduti del mare che per le colonne romane, il disappunto delle associazioni e molti cittadini è più che giustificato. Ci mancavano anche i raid in motocicletta, dopo quelli nei parchi urbani. Vale la pena sottolineare, perchè non si faccia di tutta l'erba un fascio, che i veri motociclisti non solo hanno il casco ben allacciato, ma hanno anche il cervello ben connesso. Non basta possedere una moto per fare la differenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Povero Monumento al Marinaio: ora anche le scorribande in moto

BrindisiReport è in caricamento