menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scritta contro i "falchi" della polizia al San Paolo: interviene la Scientifica

Messaggio oltraggioso nei confronti dei motociclisti della Nibbio della questura di Brindisi apparso stamani in largo Pacinotti

BRINDISI – Una scritta offensiva nei confronti dei poliziotti della Nibbio della questura di Brindisi è apparsa stamani (26 aprile) in largo Pacinotti, al rione San Paolo. Sul posto si sono recati gli esperti della Scientifica, per i rilievi del caso, e il personale della Brindisi Multiservizi, per la rimozione dello sfregio. Le forze dell’ordine hanno anche verificato l’eventuale presenza di telecamere nei pressi del muro sul quale è stato impresso, con una bomboletta spray blu, il messaggio oltraggioso. 

Inquadrati nella Sezione Volanti, gli agenti della squadra Nibbio pattugliano la città a bordo delle Bmw Gs 800 della polizia di Stato, nell’ambitonibbio polizia-2 dei servizi di prevenzione dei reati predatori. Ribattezzati anche i “falchi”, i motociclisti in divisa hanno affrontato negli ultimi mesi numerosi inseguimenti, spesso sfociati nel sequestro di motocicli e nella denuncia dei proprietari, ai quali sono state inflitte multe salate per una serie di violazioni che spaziano dalla guida senza patente alla guida con assicurazione scaduta.  

Una delle ultime attività di rilievo della Nibbio risale allo scorso marzo, quando al rione Perrino è stato individuato un covo di pezzi di scooter Piaggio Liberty rubati. Non è escluso quindi che dietro alla scritta ci sia qualcuno infastidito dall’intraprendenza dei falchi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento