menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scu, il Riesame scarcera i fratelli Corbascio

Ordinanza annullata dopo il blitz del 19 settembre: accusati di aver fatto parte del sodalizio mafioso

BRINDISI – Il Tribunale del Riesame annulla l'ordinanza Omega bis per i fratelli Antonio e Onofrio Corbascio e restituisce a entrambi la libertà dopo gli arresti eseguiti dai carabinieri 19 settembre scorso nell’inchiesta della Dda sulla presunta esistenza di una ramificazione della Sacra Corona Unita, nelle zone di San Donaci, Cellino San Parco e San Pietro Vernotico.

CORBASCIO Antonio-2I due indagati sono stati scarcerati dal collegio in accoglimento dell’istanza presentata e discussa dall’avvocato Raffaele Missere, difensore di entrambi. Il penalista oltre a contestare la sussistenza delle esigenze cautelari, ha impugnato l’ordinanza in ordine ai gravi indizi di colpevolezza contestati dai pm della Dda di Lecce e condivisi dal gip, lo stesso che firmò il primo provvedimento di arresto per i fratelli Corbascio il 12 dicembre 2016.

Onofrio Corbascio-2Le motivazioni alla base della scarcerazione saranno depositate nei prossimi giorni. Antonio e Onofrio Corbascio, 44 e 49 anni, originari di Sandonaci, erano accusati di essere affiliati alla Sacra Corona Unita, associazione di stampo mafioso, in quota a Pietro Soleti, anche lui arrestato nell’inchiesta Omega bis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento