menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Scuola Deledda senza mensa e riscaldamento: lettera di diffida al preside

L'Adoc Uil di Brindisi esorta il dirigente scolastico a ripristinare il servizio mensa e a riaccendere i termosifoni

BRINDISI - L’Adoc Uil di Brindisi diffida il dirigente scolastico della scuola primaria Pertini 8° Circolo di piazza Deledda, al rione Paradiso, a ripristinare “senza indugio” il servizio mensa, oltre a riattivare l'erogazione del riscaldamento nella fascia oraria 12-16. Il presidente provinciale dell’associazione difesa dei consumatori ha scritto una lettera indirizzata allo stesso dirigente scolastico e, per conoscenza, anche al commissario prefettizio del Comune di Brindisi. Si tratta di una iniziativa intrapresa in nome e per conto dei genitori. 

Nella giornata di lunedì (27 novembre), infatti, il servizio mensa è stato sospeso senza “qualsivoglia previa comunicazione - si legge nella lettera di diffida - se non un posticcio cartello affisso sul cancello dell’Istituto ove vi era scritto che: ‘a causa della mancanza di personale la mensa oggi è sospesa’”. 

La sospensione si è protratta anche per la giornata odierna. “Allo stato, dunque – si legge ancora nella lettera - nonostante la scuola preveda un programma a tempo pieno (sino le 16:30), tutti i genitori sono costretti a ritirare i propri figli con notevole anticipo, precisamente alle ore 12:30, con ogni evidente pregiudizievole conseguenza a carico delle famiglie”.

A questo disservizio si aggiunge anche il problema riguardante “la mancata accensione del sistema di riscaldamento nella fascia oraria pomeridiana (segnatamente, i termosifoni vengono spenti a partire dalle ore 12:00), laddove è lapalissiano come già nei primi giorni di novembre si abbisogna del dovuto riscaldamento sino alla fine delle lezioni, specie in una scuola primaria come nel caso di che trattasi”.

Per questo l’Adoc invita risolutamente il dirigente scolastico a riportare la situazione nella normalità. In caso contrario, “si procederà, senza ulteriore preavviso – asserisce Zippo - alla tutela delle famiglie che si sono affidate a questa associazione, anche sotto l’aspetto dell’illegittima interruzione di pubblico servizio, dinanzi ad ogni competente sede giudiziale e stragiudiziale”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento