menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una settimana dell'alimentazione impegna con la scuola esperti e chef

Il Primo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica, guidato dal dirigente scolastico Giulio Simoni, darà vita a un’intera settimana dedicata all’alimentazione. Diversi saranno i momenti d’incontro, di riflessione e di condivisione finalizzati a promuovere una cultura alimentare

CEGLIE MESSAPICA - Il Primo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica, guidato dal dirigente scolastico Giulio Simoni, darà vita a un’intera settimana dedicata all’alimentazione. Diversi saranno i momenti d’incontro, di riflessione e di condivisione finalizzati a promuovere una cultura alimentare attraverso un approccio educativo sistemico attento alla qualità dei cibi, alla salute e alle tradizioni. Un’iniziativa, patrocinata dal Comune di Ceglie Messapica, che vedrà la collaborazione straordinaria della "Med Cooking School", dell’Aic, dell’Istituto “C. Agostinelli” e dell’associazione “Arcobaleno” di San Vito dei Normanni.

Con lo slogan “Non basta un sorriso ... Serve un dolcetto deciso”, martedì 15 alle 17, una tavola rotonda impegnerà esperti del settore per trattare di alimentazione sotto i più svariati aspetti. L’interessante serata sarà moderata dalla giornalista Agata Scarafilo, corrispondente de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Per l’occasione, dopo i saluti del sindaco Luigi Caroli e dell’assessore Mariangela Leporale, interverranno la nota chef Antonella Ricci, che come risaputo conta numerose partecipazioni in programmi televisivi di respiro nazionale, la nutrizionista  Vanessa Santoro e la dietista dell’Associazione Italiana Celiachia, Antonella Spedicato.

L’alimentazione è un tema che abbraccia più discipline, così sono previsti anche gli interventi di Antonia Macchitelli, docente di lettere della Sms Pascoli, che parlerà di “Storia locale attraverso i prodotti della tradizione cegliese”, e di Pasquale Stoppa, docente di Scienze dell’Alimentazione dell’Alberghiero “Agostinelli”, che darà, invece, un taglio più scientifico all’argomento. Le conclusioni saranno affidate al dirigente scolastico Giulio Simoni e dalla docente Maria Leo, organizzatrice, insieme ad altri docenti, della tavola rotonda.

La settimana dell’alimentazione si chiuderà, infine, venerdì 18 alle ore 16.30 con con stand alimentari di prodotti tipici locali, allestita presso la palestra scoperta e gli spazi esterni del plesso “ E. De Amicis”. La scuola, per l’avvenimento, si aprirà a tutta la cittadinanza e a quanti, nel segno della solidarietà, vorranno condividere un progetto di valorizzazione delle tradizioni che privilegia un approccio psicopedagogico di tipo costruttivo, nel quale l’accento è posto sull’impegno attivo degli alunni che, a vario titolo, saranno coinvolti, con il supporto indispensabile dei docenti e dei genitori.  

                                                                                                     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, prosegue il calo dei posti letto occupati

  • Attualità

    Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

  • Annunci

    Sfratti Parco Bove: il segretario Cobas martedì davanti al gup

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento