Cronaca

Seminudo e armato in stazione

BRINDISI – Se qualcuno dovesse nutrire ancora dubbi sul fatto che una stazione ferroviaria come quella di Brindisi possa fare a meno di un adeguato organico della sezione Polfer, che consenta la copertura anche dei turni di notte, può chiarirsi le idee al cospetto dell’episodio avvenuto attorno alle 2,30 del mattino in una sala d’attesa, dove un cittadino extracomunitario ha scatenato il finimondo, ferendo alla fine un altro straniero e procurando lesioni anche ad un agente della Sezione volanti intervenuto con i colleghi per bloccare l’esagitato.

BRINDISI - Se qualcuno dovesse nutrire ancora dubbi sul fatto che una stazione ferroviaria come quella di Brindisi possa fare a meno di un adeguato organico della sezione Polfer, che consenta la copertura anche dei turni di notte, può chiarirsi le idee al cospetto dell'episodio avvenuto attorno alle 2,30 del mattino in una sala d'attesa, dove un cittadino extracomunitario ha scatenato il finimondo, ferendo alla fine un altro straniero e procurando lesioni anche ad un agente della Sezione volanti intervenuto con i colleghi per bloccare l'esagitato.

Forse in stato di ebbrezza alcolica, il 25 Sadjo Bara, originario del Burkina Faso, si è denudato davanti ad una giovane coppia in attesa nella sala d'aspetto semideserta compiendo - spiega una nota della questura - atti osceni. Un altro cittadino straniero presente ai fatti è intervenuto in difesa delle vittime di questa esibizione, ma ha rimediato una coltellata ad un a mano, oltre a schiaffi e pugni.

Qualcuno ha avvertito il 113, e sul posto sono arrivate due volanti. I quattro agenti degli equipaggi hanno affrontato lo scatenato faticando non poco per ridurlo alla ragione ed ammanettarlo. Infatti Bara ha cercato di aprirsi la fuga aggredendo due poliziotti e puntando il coltello, ma alla fine è stato disarmato. Ora dovrà rispondere di atti osceni in luogo pubblico, lesioni, porto abusivo di arma da taglio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Stamane Bara è comparso davanti al giudice Simona Panzera per il processo con rito direttissimo, assistito dall'avvocato Paolo D'Amico, ed ha patteggiato la pena ad un anno di reclusione, con sospensione condizionale e non menzione. Il pm era Antonio Costantini.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seminudo e armato in stazione

BrindisiReport è in caricamento