menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga: cinque condanne in abbreviato. Pene fino a sei anni

Quindici persone arrestate a luglio 2018 dai carabinieri della compagnia San Vito dei Normanni. Otto hanno patteggiato. Due hanno optato per il rito ordinario

BRINDISI – Pene da un minimo di due anni e sei mesi a un massimo di sei anni e otto mesi. Condannati tutti e cinque gli imputati giudicati con rito abbreviato nell’ambito di un procedimento scaturito dal blitz effettuato dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni il 18 luglio 2018. 

Sono stati condannati a sei anni e otto mesi il 24enne Giuseppe Antico, di Brindisi, e il 25enne Mirco Scatigna, di Carovigno, detto Sceriffo. I due dovranno pagare multe rispettive pari a 40mila e 44mila euro. Ad entrambi è stata applicata la misura della libertà vigilata, con interdizione perpetua dai pubblici uffici. 

Una pena di quattro anni è stata inflitta al 33enne Cosimo Nacci, Di Mesagne, con multa da 2mila 400 euro e interdizione per cinque anni dai pubblici uffici. Condannati a due anni e sei mesi, infine, il 20enne Salvatore Carrone, di Carovigno, e il 28enne Salvatore Lanzilotti, di Carovigno. Entrambi dovranno pagare una multa pari a 2mila 400 euro. La pena detentiva a carico di Carrone è stata sospesa, con revoca della misura dell’obbligo di dimora. 

I retroscena dell'inchiesta

La sentenza è stata emessa nella giornata di ieri (giovedì 28 febbraio), dal giudice del tribunale di Brindisi, Valerio Fracassi.  Quindici persone vennero arrestate la scorsa estate in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, su richiesta del pm Simona Rizzo. Otto di queste hanno già definito la loro posizione con un patteggiamento. Le altre due hanno optato per il rito ordinario. 

Spaccio nelle marine: minorenni fra i pusher

Nel corso delle indagini, iniziate nel luglio 2017 e terminate nel novembre dello stesso anno, i carabinieri del Norm della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del tenente Alberto Bruno hanno accertato una serie di episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando complessivamente due chilogrammi di marijuana e varie dosi di cocaina. Contestati anche reati in materia di armi e contro il patrimonio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento