menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reflui di frantoio in un campo: altro sequestro e denuncia

Deferito dai carabinieri forestali di Ceglie Messapica il titolare di uno stabilimento oleario in contrada Donna Lucrezia

CEGLIE MESSAPICA – Nuovo sequestro di terreno agricolo utilizzato come discarica non autorizzata dei reflui di lavorazione delle olive. Ad operare, sempre i carabinieri forestali. Questa volta i militari della stazione forestale di Ceglie Messapica sono intervenuti nella contrada Donna Lucrezia-Facciasquata, lungo la strada per Villa Castelli.

Qui, nell’area agricola adiacente un frantoio oleario, i militari hanno trovato un esteso pantano formato da acqua piovana frammista a scarichi di lavorazione delle olive. I reflui erano tracimati da una vasca di stoccaggio, collegata da tubazioni ad alcuni fondi agricoli, ed aveva invaso un’estensione di circa 1000 metri quadrati, che è stata posta sotto sequestro penale preventivo assieme alle condotte.

Sequestro Frantoio-2

Il titolare dello stabilimento oleario, L.V., 46 anni, originario di Grottaglie, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per deposito incontrollato di rifiuti, in violazione all’articolo 256 comma 2 del Testo unico sull’Ambiente (decreto legislativo numero 15 del 2006).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento