Camion con rifiuti di plastica e ferrosi intercettato al rione Minnuta

Mezzo sottoposto a sequestro dai carabinieri forestali. L'autotrasportatore, di 52 anni, è stato denunciato a piede libero

Continua senza soste in tutta la provincia la campagna di controlli, disposta dal Gruppo Carabinieri Forestali di Brindisi, per il contrasto della raccolta e trasporto (solitamente seguiti dallo “smaltimento in campo”) abusivi di rifiuti.

Questa volta all’ attenzione di una pattuglia del Nucleo Investigativo (Nipaaf) è risaltato un camion, dal cui cassone sporgevano oggetti e materiali di vario tipo, mentre percorreva le strade della periferia brindisina, fra Sant’Elia e Cappuccini. L’ automezzo è stato quindi intercettato e fatto fermare in un piazzale del quartiere Minnuta, dove i Militari hanno proceduto agli accertamenti del caso.

Nucleo Investigativo Forestale BRINDISI-2

Il camion trasportava rifiuti di vario genere, soprattutto in plastica e ferro, comprese carcasse di elettrodomestici. Non è risultato che il trasportatore avesse con sé alcun documento di accompagnamento (in particolare il prescritto “formulario di identificazione dei rifiuti”, strumento imprescindibile per la tracciabilità degli stessi), ma neanche il mezzo era autorizzato, non essendo iscritto alla Sezione regionale dell’ Albo nazionale dei gestori di rifiuti, requisito indispensabile per poter esercitare l’attività.

I Carabinieri Forestali hanno quindi sottoposto il camion a sequestro preventivo, e deferito alla Procura della Repubblica di Brindisi il conducente, A.U., di anni 52, per il reato di gestione di rifiuti non autorizzata, ai sensi dell’ art. 256, comma 1, lett. a) del decreto legislativo n. 152 del 2006 (“Testo Unico Ambientale”). La stessa pattuglia, subito dopo questa operazione, ha intercettato un “autospurgo”, per il cui carico di liquami il formulario di identificazione era stato compilato in modo incompleto dal trasportatore. A quest’ ultimo è stata quindi inflitta una sanzione amministrativa, dell’ importo da 260 a 1.550 euro, secondo l’ art. 258, comma 5, del citato Testo Unico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento