menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Guardia Costiera sequestra pontile a Guaceto: quattro indagati

Sarebbe stato realizzato in difformità con le prescrizioni contenute nell'autorizzazione paesaggistica il pontile sequestrato stamani nell'Amp di Torre Guaceto dalla Guardia Costiera su ordine del magistrato inquirente della procura di Brindisi

TORRE GUACETO - Nella mattinata odierna, i militari della Sezione Polizia Marittima della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Brindisi, al comando del capitano di vascello Salvatore Minervino, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro penale disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, a firma del pm Milto Stefano de Nozza, ponendo i sigilli ad un pontile realizzato nell’Area Marina Protetta e Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto, in agro di Carovigno, di cui la stessa Capitaneria di Brindisi ha la titolarità della sorveglianza a tutela dei vincoli ambientali e contro le attività illegali.

IL VIDEO

Il pontile, un manufatto in metallo e legno fissato alla scogliera e che si protende per circa 17 metri in mare, sul lato meridionale del promontorio dove si erge la Torre Aragonese, in piena zona “A” di riserva totale, risulterebbe essere stato realizzato - spiega una nota della Guardia Costiera - in difformità rispetto alle prescrizioni contenute nell’autorizzazione paesaggistica, in un’area sottoposta a particolare vincolo, trattandosi di zona di protezione speciale (Zps) e sito di interesse comunitario (Sic) ai sensi della direttiva europea n. 92/43/Cee relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche (la cosidetta “Direttiva habitat”) .

Quattro persone risultano destinatarie di altrettanti avvisi di garanzia (presumibilente i vertici del Consorzio di gestione e i realizzatori dell'opera) emessi dalla Procura nell’ambito di un procedimento penale scaturito a seguito dell’attività d’indagine condotta dai militari della Guardia Costiera del capoluogo. Per qualsiasi segnalazione di presunti illeciti, si ricorda che sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il numero di centralino della Sala Operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica so.cpbrindisi@mit.gov.it,  mentre per le sole emergenze in mare, il numero blu 1530.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento