Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Spettacolare inseguimento in mare, sequestrati sei quintali di droga

Il bilancio di una intensa giornata di caccia ai trafficanti che battono l'Adriatico Meridionale tra le coste albanesi e montenegrine e la Puglia è stato reso noto oggi dal comando del Reparto operativo aeronavale di Bari della Guardia di Finanza

Il bilancio di una intensa giornata di caccia ai trafficanti che battono l’Adriatico Meridionale tra le coste albanesi e montenegrine e la Puglia è stato reso noto oggi dal comando del Reparto operativo aeronavale di Bari della Guardia di Finanza, che ha operato in questo caso assieme al Gruppo aeronavale di Taranto, cui è affidato il coordinamento d’area dell’operazione Triton, e al Gruppo di esplorazione aeromarittima di Pratica di Mare.

I finanzieri hanno sequestrato poco meno di sei quintali di droga in uno dei due episodi avvenuti nella giornata di martedì, e confermano il sequestro di un gommone carico di taniche di benzina, e la denuncia dei due membri dell’equipaggio, entrambi albanesi, in un altro inseguimento al largo della costa tra Brindisi e Lecce..

La prima parte dei fatti si è svolta a circa 54 miglia nautiche dalla costa pugliese, dove un velivolo del gruppo di Pratica di Mare ha localizzato un gommone d’altura, lungo dieci metri, che filava a grande velocità verso la Puglia, spinto da due potenti motori fuoribordo. Posizione e rotta del battello sono state comunicate subito alle unità navali in zona, che sono riuscite ad avvicinarsi al gommone. Ma gli scafisti non avevano alcuna intenzione di arrendersi, ed hanno virato invertendo la rotta e dirigendosi verso le acque territoriali tra Albania e Montenegro, nella zona di Scutari.

IL VIDEO DELL'INSEGUIMENTO

L’inseguimento tra le motovedette veloci del Roan e il gommone è durato alcune ore, sino a quando gli scafisti, per alleggerirsi e seminare gli inseguitori, hanno gettato in mare gran parte, o tutto il carico che avevano a bordo, diventando così molto più veloci e raggiungendo le acque territoriali albanesi e montenegrine, dove la Guardia di Finanza non poteva operare. Tuttavia il battello in fuga è stato segnalato sia alla polizia di Tirana che a quella di Podgorica, per avviare le ricerche dei fuggiaschi.

Le motovedette sono riuscite anche a recuperare in mare gli involucri galleggianti scaricati dal gommone dei trafficanti, sequestrando alla fine poco meno di 600 chili di marijuana destinata al mercato italiano. Ma quella di martedì è stata una giornata piena per gli equipaggi del Roan. Come già riferito in un nostro articolo ieri, al largo della costa salentina le motovedette hanno intercettato un altro gommone, diretto verso le coste dell’Albania e partito dalla costa brindisina a sud del capoluogo.

A bordo c’erano due cittadini albanesi, e varie taniche di benzina per il rifornimento del battello durante la traversata. Non è chiaro se il gommone fosse diretto verso una località della costa albanese per caricare droga o persone, e poi fare ritorno nel Brindisino, o se invece la missione fosse solo quella di recapitare il gommone ad una organizzazione di trafficanti. Il natante era sprovvisto di documentazione, così come i due a bordo erano privi di documenti di identità, i quali hanno dichiarato di aver acquistato in Italia il natante.

F.M.  di 23 anni e K.E. di 55 anni sono stati denunciati per ricettazione e violazione delle norme sulla sicurezza della navigazione, con sequestro del gommone e del carico di carburante. K.E. è risultato sprovvisto di permesso di soggiorno ed è stato colpito anche da un decreto di espulsione dal territorio nazionale.

Le acque tra la Puglia e la costa balcanica si confermano un teatro molto delicato sia per i traffici illeciti di droga e armi, e di migranti, ma anche un’area in cui potrebbero spostarsi elementi legati all’estremismo islamico, che ha sia in Albania che in Kossovo e Bosnia alcune importanti enclave, con moschee e scuole coraniche integraliste finanziate da alcuni emirati arabi e dalla Turchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolare inseguimento in mare, sequestrati sei quintali di droga

BrindisiReport è in caricamento