rotate-mobile
Cronaca

Sequestri in provincia della Finanza

BRINDISI - Un camion carico di rifiuti speciali, un autolavaggio senza alcuna autorizzazione, oltre 1.500 giocattoli ed accessori vari privi del marchio “Ce” e un’auto rubata sono stati sequestrati in tre distinte operazioni della Guardia di Finanza tra Brindisi e provincia che hanno denunciato tre persone all’autorità giudiziaria mentre un’altra segnalata ai fini amministrativi.

BRINDISI - Un camion carico di rifiuti speciali, un autolavaggio senza alcuna autorizzazione, oltre 1.500 giocattoli ed accessori vari privi del marchio "Ce" e un'auto rubata sono stati sequestrati in tre distinte operazioni della Guardia di Finanza tra Brindisi e provincia che hanno denunciato tre persone all'autorità giudiziaria mentre un'altra segnalata ai fini amministrativi.

I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi, nell'ambito degli ordinari servizi di controllo economico del territorio, hanno sottoposto a sequestro un autolavaggio completo di attrezzatura funzionale all'attività, privo delle necessarie autorizzazioni per lo smaltimento delle acque reflue (il titolare dell'attività è stato denunciato all'autorità giudiziaria per violazioni del Testo Unico in materia ambientale.

A San Pietro Vernotico, scattano i sigilli per un autocarro che trasportava rifiuti speciali costituiti in gran parte da rottami ferrosi di vario genere, vecchi elettrodomestici, sprovvisto del prescritto formulario per l'attività di raccolta, trasporto, recupero e smaltimento di rifiuti, i due responsabili sono stati denunziati all'autorità giudiziaria.

A Francavilla Fontana sequestrati oltre 1.500 tra giocattoli ed accessori per telefonia, mancanti del marchio "CE" e di etichettatura riportante qualità, produzione e provenienza; una persona è stata segnalata ai fini amministrativi.

Ad Ostuni, è finita sotto sequestro una BMW 320, risultata rubata a Torre Santa Susanna, abbandonata da alcuni individui (sfuggiti al controllo) all'interno della quale sono stati rinvenuti, oggetti di provenienza furtiva (oro, bigiotteria, Tv Lcd, navigatore satellitare, fotocamera ed altri accessori informatici). Dopo gli opportuni accertamenti, sia gli oggetti rinvenuti che l'automezzo sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Sono in corso accertamenti per identificare i responsabili.

Infine fiamme gialle e funzionari della Dogana, hanno identificato un clandestino, di nazionalità eritrea, nascosto in un autoarticolato appena sbarcato dalla motonave "Ionan Queen", proveniente dalla Grecia.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestri in provincia della Finanza

BrindisiReport è in caricamento