rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca

Sigarette elettroniche: ricariche potenzialmente nocive, scatta il sequestro

Decine di flaconi di liquido da inalazione non a norma individuati dalla Guardia di finanza nel Brindisino. Un operatore segnalato all'Agenzia delle dogane e dei monopoli

Privi delle autorizzazioni del caso e potenzialmente pericolosi per i consumatori. Decine di flaconi di liquido per sigarette elettroniche sono stati sequestrati nel mese di ottobre dalla guardia di finanza del comando provinciale di Brindisi. Il sequestro più cospicuo è stato effettuato nei giorni scorsi dalle fiamme gialle della compagnia di Francavilla Fontana, che hanno individuato 20 flaconi di ricariche privi delle prescritte fascette ministeriali di conformità fiscale per e-liquid. La merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo ed il titolare dell’attività è stato segnalato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per le previste sanzioni pecuniarie e accessorie.

Dall’inizio del mese sono stati controllati 28 operatori del settore. Sono complessivamente 84 i flaconi sottoposti a sequestro amministrativo, in quanto privi dei requisiti di vendita e potenzialmente nocivi. Tutto ciò nell’ambito di un’intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio, finalizzato a contrastare l’illecita commercializzazione di sigarette elettroniche, a tutelare la salute del cittadino, assicurare la legalità economico finanziaria e a contrastare ogni forma di illegalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette elettroniche: ricariche potenzialmente nocive, scatta il sequestro

BrindisiReport è in caricamento