Cronaca

Più di un quintale di droga in un garage: ennesimo sequestro a Brindisi

I carabinieri trovano 145 chilogrammi di sostanza stupefacente in un box al rione Minnuta. Arrestato il 38enne Marco Lavino

BRINDISI – Nel box della sua abitazione nascondeva 145 chilogrammi di marijuana. Un novo, ingente, sequestro di sostanza stupefacente è stato effettuato dai carabinieri della compagnia di Brindisi nel territorio cittadino. Il 38enne Marco Lavino, del posto, è stato arrestato in flagranza di reato a seguito di una perquisizione effettuata nel pomeriggio di lunedì (11 novembre) al rione Minnuta. 

Lavino Marco classe 1981-2

L’uomo ha ricevuto la visita dei militari della Sezione operativa, che fra una lavatrice, tavoli, sedie e vecchi indumenti hanno recuperato sei buste di plastica di colore nero al cui interno si trovavano 433 involucri termosaldati contenenti 145 chilogrammi di droga. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. L’uomo, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia. 

Non è la prima volta che in città ci si imbatte in quantitativi così massicci di marijuana. Basti ricordare che gli stessi carabinieri, lo scorso settembre, trovarono oltre due quintali di droga in una palazzina abbandonata in zona Cappuccini. Sequestri di questo tipo danno un’idea di quanto sia fiorente il traffico di sostanze stupefacenti via mare. E’ presumibile infatti che i pusher brindisini, come dimostrato anche da diverse operazioni di polizia giudiziaria effettuate negli ultimi anni, si riforniscano dall’Albania, attraverso le rotte nel Canale d’Otranto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di un quintale di droga in un garage: ennesimo sequestro a Brindisi

BrindisiReport è in caricamento