In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

Un 45enne viaggiava sulla superstrata Taranto-Brindisi con 15 panetti di droga purissima. E' stato fermato dalla polizia delle questure di Lecce e Brindisi

FRANCAVILLA FONTANA – Un sequestro da due milioni di euro di cocaina è stato effettuato nella tarda mattinata di ieri (venerdì 18 settembre) sulla superstrada Taranto-Brindisi. Ben 18 chili di polvere bianca purissima sono stati intercettati nei pressi dello svincolo per Francavilla Fontana/Villa Castelli dai poliziotti della Squadra Mobile di Lecce e della questura di Brindisi. Il maxi carico di sostanza stupefacente era nascosto negli sportelli posteriori di una Lancia Delta condotta dal 45enne Vito Cairo, di Copertino (Lecce). 

L’uomo procedeva verso Brindisi. Giunto all’altezza dello svincolo per Francavilla Fontana/Villa Castelli, ha lasciato improvvisamente la superstrada, dirigendosi verso una strada secondaria. La manovra, concepita con ogni probabilità per eludere un controllo delle forze dell’ordine, è stata però vana, perché la polizia ha bloccato la vettura sulla provinciale. 

Cane anti droga-2

A quel punto è entrata in azione l’unità cinofila della Polizia di Stato di stanza a Brindisi. Il cane anti droga ha manifestato segnali inconfutabili della presenza di sostanza stupefacente a bordo della vettura. Per questo si è proceduto con una perquisizione meticolosa. Gli investigatori hanno proceduto allo smontaggio dei pannelli interni dei due sportelli posteriori, scoprendo la bellezza di sette panetti collocati in quello sinistro e di altri otto panetti nascosti in quello destro, tutti contenenti cocaina purissima, per un peso complessivo di 18 chilogrammi. 

La sostanza una volta tagliata e immessa sul mercato avrebbe fruttato non meno di 2 milioni di euro. Nel corso della perquisizione personale, inoltre, all’interno del portafogli dell’arrestato è stata rinvenuta e sequestrata la somma complessiva di 500 euro 50 in banconote di vario taglio. L’uomo è stato condotto in carcere. 

Il sequestro record del 2015

Adesso si indaga per risalire alla rete di complicità che si nasconde dietro a quello che è il secondo maggior sequestro di cocaina effettuato in provincia di Brindisi negli ultimi anni. Il record resta infatti ai carabinieri del Norm della compagnia di Francavilla Fontana, all’epoca dei fatti diretti dal tenente Roberto Rampino, che l’1 agosto 2015 trovarono 40 chili di cocaina nel doppio fondo ricavato nel bagagliaio di un’auto di una coppia di Oria che rientrava dall’Olanda. Quel sequestro rientrava nell’ambito di un’articolata inchiesta che tempo dopo portò ad una serie di arresti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

  • Oltre duemila ulivi secolari ancora vivi grazie a cure naturali: la testimonianza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento