Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

I militari del Roann della guardia di finanza sequestrano 310 chili di marijuana e 24 chili di hascisc, che avrebbero fruttato circa quattro milioni di euro

BRINDISI –Quel carico di droga (310 chili di marijuana e 24 chili di hascisc) avrebbe fruttato un guadagno di circa quattro milioni di euro, ma è stato intercettato in mare, durante il trasporto verso le coste brindisine. Un nuovo, importante, sequestro di sostanze stupefacenti sulla rotta del Canale d’Otranto è stato effettuato, nelle giornata di ieri (lunedì 9 dicembre) dai militari della Guardia di finanza della Sezione Operativa Navale di Brindisi, del Reparto operativo aeronavale di Bari. Il carico di droga viaggiava a bordo di un natante condotto da un cittadino originario dell’Albania. 

Video: il carico di droga intercettato in mare

Fermato poche miglia al largo di Brindisi, lo scafista ha reso dichiarazioni “vaghe e incoerenti” riguardo all’insolita posizione in cui si trovava il natante, uno scafo in vetroresina di circa cinque metri, con un potente motore fuoribordo. A quel punto l’imbarcazione è stata condotta nel porto di Brindisi, dove è stata sottoposta a un controllo nel corso del quale, nascosti in un vano situato sotto la plancia di comando, i militari hanno rinvenuto 186 involucri di cellophane contenenti 310 chili di marijuana e 24 chili di hasisc. 

Sequestro marijuana finanza 9 dicembre 2019 2-2

Il natante è stato sottoposto a sequestro, mentre lo scafista è stato arrestato per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione aeronavale conferma l’efficacia del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso i confini nazionali e dell’Unione Europea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perfetta sinergia tra la componente aeronavale del Corpo, gli assetti Frontex, i Reparti territoriali delle Fiamme Gialle, nonché la stabile e consolidata collaborazione con le Autorità di Polizia albanesi, per il tramite del Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, sta consentendo, grazie anche ai proficui rapporti di collaborazione con le varie Procure della Repubblica, di contrastare efficacemente i sodalizi criminali che gestiscono il traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento