Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

I militari del Roann della guardia di finanza sequestrano 310 chili di marijuana e 24 chili di hascisc, che avrebbero fruttato circa quattro milioni di euro

BRINDISI –Quel carico di droga (310 chili di marijuana e 24 chili di hascisc) avrebbe fruttato un guadagno di circa quattro milioni di euro, ma è stato intercettato in mare, durante il trasporto verso le coste brindisine. Un nuovo, importante, sequestro di sostanze stupefacenti sulla rotta del Canale d’Otranto è stato effettuato, nelle giornata di ieri (lunedì 9 dicembre) dai militari della Guardia di finanza della Sezione Operativa Navale di Brindisi, del Reparto operativo aeronavale di Bari. Il carico di droga viaggiava a bordo di un natante condotto da un cittadino originario dell’Albania. 

Video: il carico di droga intercettato in mare

Fermato poche miglia al largo di Brindisi, lo scafista ha reso dichiarazioni “vaghe e incoerenti” riguardo all’insolita posizione in cui si trovava il natante, uno scafo in vetroresina di circa cinque metri, con un potente motore fuoribordo. A quel punto l’imbarcazione è stata condotta nel porto di Brindisi, dove è stata sottoposta a un controllo nel corso del quale, nascosti in un vano situato sotto la plancia di comando, i militari hanno rinvenuto 186 involucri di cellophane contenenti 310 chili di marijuana e 24 chili di hasisc. 

Sequestro marijuana finanza 9 dicembre 2019 2-2

Il natante è stato sottoposto a sequestro, mentre lo scafista è stato arrestato per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione aeronavale conferma l’efficacia del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso i confini nazionali e dell’Unione Europea.

La perfetta sinergia tra la componente aeronavale del Corpo, gli assetti Frontex, i Reparti territoriali delle Fiamme Gialle, nonché la stabile e consolidata collaborazione con le Autorità di Polizia albanesi, per il tramite del Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, sta consentendo, grazie anche ai proficui rapporti di collaborazione con le varie Procure della Repubblica, di contrastare efficacemente i sodalizi criminali che gestiscono il traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Grave aggressione contro operatori del 118: danneggiata un'ambulanza

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento