menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La legna rubata

La legna rubata

Sequestro di legna rubata, droga e armi: un arresto e due denunce

Un arresto e una denuncia per furto di 10 quintali di legna, oltre al sequestro di 2 chili e 600 grammi di marijuana e di un coltello a serramanico, sono il frutto dei servizi di controllo del territorio effettuati in questi giorni dai poliziotti del commissariato di Ostuni

OSTUNI – Un arresto e una denuncia per furto di 10 quintali di legna, oltre al sequestro di 2 chili e 600 grammi di marijuana e di un coltello a serramanico, sono il frutto dei servizi di controllo del territorio effettuati in questi giorni dai poliziotti del commissariato di Ostuni al comando del commissario capo Gianni Albano, non solo nel territorio della Città Bianca, ma anche nelle campagne di Carovigno e Ceglie Messapica. Il risultato più grosso conseguito dagli agenti è stato dunque l’individuazione di due presunti ladri di legna. 

Tutto è partito da una telefonata alla sala operativa del commissariato, attraverso la quale un cittadino segnalava delle presenze sospette in un appezzamento agricolo in contrada Pezze La Spina. Un equipaggio della Volante già impegnato in un’attività di osservazione mirata a prevenire furti ai danni delle abitazioni rurali si è subito recata sul posto, notando un’Ape Piaggio carico di legna d’ulivo che sbucava da un tratturo. A bordo del mezzo era ancora presente la motosega utilizzata per tagliare il legname. Il conducente, fermato dalla polizia, ha ammesso subito il furto, fornendo anche delle indicazioni sul complice che gli aveva dato man forte nella fuga, aiutandolo a uscire da un terreno agricolo in cui l’Ape si era infossato. 

Una volta espletate le formalità di rito e acquisita la denuncia del proprietario del fondo, il 55enne Q.Z., di Ostuni, è stato denunciato per furto pluriaggravato in concorso con il 34enne G.F., anche lui di Ostuni, a sua volta denunciato per lo stesso reato. La legna è stata restituita al legittimo proprietario, mentre l’Ape e la motosega sono stati sequestrati. 

Sempre nelle campagne di Ostuni, nel corso di una serie di controlli riguardanti casolari e ruderi abbandonati, i poliziotti della Volante e della Poliziamarijuana-3 giudiziaria del commissariato della Città Bianca si sono imbattuti in un caseggiato in disuso al cui interno era stato nascosto un borsone contenente 3 grossi involucri ben confezionati di marijuana del peso di 2 chili e 600 grammi. Da quel ritrovamento sono partite delle indagini finalizzate a rintracciare le persone che avevano posizionato lì’ la sostanza stupefacente. 

Da alcune settimane il commissariato ha esteso il suo raggio d’azione anche a Carovigno e Ceglie, dove sono state controllate 50 persone e 20 veicoli, fra cui una utilitaria condotta da un soggetto del posto che è stato trovato in possesso di una bustina trasparente contenente 2 grammi di marijuana, occultata nel porta oggetti dell’abitacolo.

Lo stesso è stato segnalato al Prefetto di Brindisi come assuntore di sostanze di sostanze stupefacenti, con contestuale sequestro della patente.

Infine a  Ceglie Messapica è stato denunciato un 20enne, V.L, sorpreso con un coltello a serramanico di genere vietato con lama lunga 11 centimetri, custodito all’interno della tasca della portiera anteriore dell’autovettura da lui condotta. Il giovane è stato quindi denunciato per porto abusivo di cose od oggetti atti ad offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento